logo san paolo
lunedì 13 luglio 2020
 
 

Il Papa: tutto cambia, solo Dio resta

18/11/2012  Alludendo alle calamità e ai conflitti che tormentano il mondo, Benedetto XVI nell'Angelus odierno ha ricordato che l'unico ancoraggio sicuro è il Cristo.

Il Papa all'Angelus (Ansa).
Il Papa all'Angelus (Ansa).

Gesù è “il vero avvenimento che, in mezzo agli sconvolgimenti del mondo, rimane il punto fermo e stabile”. E questo – più della curiosità “per le date, le previsioni” fantasiose che tentano anche i fedeli di ogni epoca – resta valido al giorno d’oggi, in cui “non mancano calamità naturali” e “purtroppo nemmeno guerre e violenze”. E’ questo l’ammonimento del Papa nel corso dell’Angelus odierno, pronunciato sullo sfondo dei venti di guerra che spirano in queste ore in Medio Oriente.

Affacciato alla finestra del suo studio nel palazzo apostolico, Papa Ratzinger si è rivolto alle migliaia di fedeli presenti in piazza San Pietro con una spiegazione teologica del discorso di Gesù sugli ultimi tempi raccontato nel Vangelo di Marco e, con alcune varianti, anche in Matteo e Luca. “Probabilmente il testo più difficile dei Vangeli”, ha avvertito Benedetto XVI, perché Gesù parla di un “avvenire che supera le nostre categorie”, e usa “alcune immagini cosmiche di genere apocalittico” come “il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze che sono nei cieli verranno sconvolte”. “Gesù non descrive la fine del mondo, e quando usa immagini apocalittiche, non si comporta come un ‘veggente’”, ha spiegato il Papa. “Al contrario, egli vuole sottrarre i suoi discepoli di ogni epoca alla curiosità per le date, le previsioni, e vuole invece dare loro una chiave di lettura profonda, essenziale, e soprattutto indicare la via giusta su cui camminare, oggi e domani, per entrare nella vita eterna”.

Senza fare riferimento esplicito a vicende come l’escalation drammatica tra Israele e la Striscia di Gaza, il Papa ha proseguito: “Cari amici, anche nei nostri tempi non mancano calamità naturali, e purtroppo nemmeno guerre e violenze. Anche oggi abbiamo bisogno di un fondamento stabile per la nostra vita e la nostra speranza, tanto più a causa del relativismo in cui siamo immersi”.

Tra i saluti che ha rivolto a fine dell’Angelus, il Papa ha ringraziato, in particolare, i volontari del Banco Alimentare, incoragggiando “ogni iniziativa che educhi alla condivisione, come risposta alle difficoltà di tante famiglie”.

I vostri commenti
1
scrivi

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%