logo san paolo
venerdì 19 agosto 2022
 
NUOVI ITINERARI
 

Pinocchio e i suoi fratelli: parte da Collodi la via europea della fiaba

04/08/2022  Riconosciuta come itinerario Culturale europeo dal Consiglio d’Europa, la via Europea della fiaba partirà e arriverà a Collodi dove si celebra il noto burattino di legno. Tanti gli altri protagonisti nel Vecchio Continente: il greco Ulisse, il francese Piccolo Principe,  il tedesco Pierino Porcospino

la carta europea con i protagonisti della via della fiaba
la carta europea con i protagonisti della via della fiaba

La Via Europea della Fiaba è ora Itinerario culturale europeo. Un riconoscimento d’eccellenza il cui punto di partenza e arrivo in Toscana, a Collodi, dove si celebra il burattino Pinocchio e la sua “vera” storia, scritta da Carlo Collodi. Gli Itinerari Culturali del Consiglio d'Europa attualmente sono oltre quaranta, dalla Via Francigena ai Cammini di Santiago di Compostela, dall'Itinerario Europeo delle Città Termali Storiche alla Via Carlo Magno etc

Dedicata alle fiabe, ai miti, al folklore e alle narrazioni orali europee, rivolta principalmente ai bambini, ideata e promossa dalla Fondazione Nazionale Carlo Collodi, la Via ha ricevuto il prestigioso riconoscimento dal Consiglio d'Europa. Un itinerario che per sua natura potrà coinvolgere tutti i paesi membri del COE, perché ogni Paese ha una fiaba che è espressione della sua identità e dell’identità europea. Un itinerario che coinvolge grandi e piccoli, in un percorso fantastico nel quale tutti ci riconosciamo.

Il programma degli Itinerari Culturali del Consiglio d'Europa, in cui è stata ammessa la Via Europea della Fiaba, è nato nel 1987. Come si legge sul suo sito ufficiale, "gli Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa sono un invito al viaggio e alla scoperta del ricco e variegato patrimonio culturale europeo. Il loro scopo è quello di creare una rete di persone e luoghi legati tra loro grazie a una storia e a un patrimonio comuni. Gli Itinerari Culturali mettono in pratica i valori del Consiglio d'Europa: diritti umani, diversità culturale, dialogo e scambi interculturali".

E ancora: "La certificazione ‘Itinerario Culturale del Consiglio d'Europa’ è una garanzia di eccellenza. Le reti realizzano attività e progetti innovativi nel quadro di cinque settori d'azione prioritari: cooperazione in materia di ricerca e sviluppo; valorizzazione della memoria, della storia e del patrimonio europeo; scambi culturali e educativi per i giovani europei; pratiche artistiche e culturali contemporanee; turismo culturale e sviluppo culturale sostenibile" (https://www.coe.int/it/web/cultural-routes/about).

il logo della via europea della fiaba
il logo della via europea della fiaba

ITER PER IL RICONOSCIMENTO

La candidatura della Via Europea della Fiaba al riconoscimento di Itinerario Culturale del Consiglio d'Europa è stata ufficialmente presentata lo scorso 5 maggio a Lussemburgo. Erano presenti Pier Francesco Bernacchi, presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi, Marina D'Amato, rispettivamente presidente dell’associazione della Via Europea della Fiaba e Alberto D'Alessandro manager della Via. D’Amato e D’Alessandro hanno poi presentato il progetto al comitato direttivo dell'Accordo Parziale Allargato sugli Itinerari Culturali del Consiglio d'Europa. Collodi e la Fondazione Collodi si confermano sempre più protagonisti a livello internazionale: ricordiamo che la Fondazione fa anche parte, attraverso la Villa e lo Storico Giardino Garzoni, una delle tappe con Boboli della Via Europea dei Giardini Storici, divenuta Itinerario Culturale del Consiglio d'Europa nel 2020. 

 

LA VIA EUROPEA DELLA FIABA

La Via Europea della Fiaba, nata per iniziativa della Fondazione Nazionale Carlo Collodi e del suo presidente Pier Francesco Bernacchi, è dedicata alle fiabe, ai miti, al folklore e alle narrazioni orali europee, ed è rivolta principalmente ai bambini. La Via, gestita dall'Associazione Via Europea della Fiaba, internazionale e non profit, con sede a Collodi (Italia), mette insieme una rete di enti culturali, fondazioni e centri di ricerca focalizzati sulle fiabe, i loro autori e personaggi, che oggi fanno parte della letteratura e del patrimonio culturale europei.

Grazie alla ricca e diversificata tradizione delle fiabe, la Via è dedicata all'educazione dei bambini e alla trasmissione di valori fondamentali quali la libertà, la solidarietà, la giustizia e l'equità – come sono espressi nella Convenzione europea dei diritti dell'uomo e delle libertà fondamentali del Consiglio d'Europa (Roma, 1950) – con tutti i valori connessi come il rispetto per le persone, l'uguaglianza di genere, la natura, l'ambiente e gli animali. La Via Europea della Fiaba è una strada su cui bambini e adulti possono essere accompagnati dalla loro cultura specifica a una prospettiva e identità europea più ampia.

La Via si propone di rafforzare lo sviluppo economico e sociale delle aree lungo il percorso.

QUI IL VIDEO DI PRESENTAZIONE

 

I PRIMI PARTNER DELLA VIA EUROPEA DELLA FIABA
  • La Fondazione Nazionale Carlo Collodi (Italia)

Dal 1962 la Fondazione Nazionale Carlo Collodi promuove la cultura dei e per i bambini, a partire dal capolavoro di Carlo Collodi Le avventure di Pinocchio. La Fondazione possiede e gestisce il Parco Policentrico Collodi Pinocchio, che comprende il Parco di Pinocchio, la Villa e lo Storico Giardino Garzoni e la Casa delle Farfalle. La Fondazione organizza e patrocina costantemente, in Italia e nel mondo, numerose attività culturali ed educative.

Personaggio di riferimento: Pinocchio

  • Il Museo delle Fiabe (Cipro)

Gli obiettivi del Museo delle Fiabe sono la preservazione di fiabe, leggende, miti e tradizioni di Cipro e della Grecia, la promozione dell'universalità delle fiabe, la conoscenza di altre culture attraverso le loro fiabe e lo sviluppo delle abitudini di lettura. Il museo organizza attività di storytelling, mostre tematiche, omaggi a scrittori e illustratori, e programmi educativi per bambini, famiglie e scuole.

Personaggio di riferimento: Queen Rigena

  • IBBY Lituania (Lituania)

La sezione lituana dell'IBBY è responsabile dell'organizzazione di eventi annuali tra cui la celebrazione della Giornata Internazionale del Libro per Bambini (2 aprile), della realizzazione di vari progetti culturali (come seminari, conferenze, mostre), della nomina di premi per i migliori libri dell'anno, della pubblicazione della rivista “Rubinaitis”, della collaborazione con editori e con numerose istituzioni (biblioteche, scuole, teatri, ecc.).

Personaggio di riferimento: Kake Make

  • Associazione del Professor Balthazar (Croazia)

Le attività dell'Associazione Professor Balthazar sono ispirate ai valori del Professor Balthazar, un personaggio animato e un fenomeno culturale unico che promuove lo sviluppo sostenibile, la comunicazione scientifica e l'educazione dei bambini. Da 10 anni l'Associazione organizza il Science Picnic, durante il quale giovani scienziati e innovatori spiegano la scienza in modo divertente ai bambini e ai loro genitori.

Personaggio di riferimento: Professor Balthazar

  • Il Museo di Pierino Porcospino (Germania)

Situato in due belle case nel quartiere della nuova Città Vecchia di Francoforte, il Museo di Pierino Porcospino è dedicato al libro illustrato "The Struwwelpeter" del medico di Francoforte Dr. Heinrich Hoffmann (1809 – 1894). Attraverso diverse attività (esposizioni di libri rari, giochi, mostre e altro), il Museo dimostra la continua popolarità e il successo di questo libro illustrato famoso in tutto il mondo.

Personaggio di riferimento: Pierino Porcospino (Struwwelpeter)

  • Il Museo di Val Verzasca (Svizzera)

Il Museo di Val Verzasca valorizza e salvaguarda la storia materiale e immateriale della Verzasca, proponendo attività e mostre che coinvolgono la popolazione e il pubblico nella sua sede e lungo itinerari etnografici. Uno degli itinerari è il Sentiero delle leggende, un percorso situato a Gerra Verzasca in cui una volpe accompagna i visitatori dentro e fuori i boschi del paese dell’alta valle tra leggende e sculture scolpite nel legno.

Personaggio di riferimento: L’uomo selvatico

  • Il Museo del Leprechaun (Irlanda)

Il National Leprechaun Museum attinge alla mitologia e alle leggende del folklore per creare un viaggio coinvolgente nel cuore dell'immaginazione irlandese. Grazie al Leprechaun, il personaggio più famoso d'Irlanda, i visitatori possono entrare in un affascinante mondo di creature reali e immaginarie. Facendo ampiamente affidamento sulla narrazione orale, il Museo collega i visitatori di oggi con un passato ancora molto vivo.

Personaggio di riferimento: Leprechaun

  • Dream Workers (Grecia)

Dream Workers è specializzata nella progettazione, creazione e gestione di parchi a tema a livello paneuropeo. Lavorando a grandi eventi negli ultimi 15 anni, sono un team creativo che ha implementato alcuni dei migliori parchi a tema in Grecia. Tra altri progetti, hanno ideato e realizzato i "Mondi segreti di Eugene Trivizas", "Odissea", "Ercole - Le 12 fatiche", ecc.

Personaggio di riferimento: Ulisse

  • La Società Europea delle Fiabe (Germania)

Europäische Märchengesellschaft e.V. è stata fondata nel 1956 ed è dedicata alle storie tradizionali, in particolare "Märchen" (fiabe), in ambito scientifico, in attività pratiche e di storytelling. La Società organizza una grande conferenza annuale, offre circa 50 workshop ogni anno in tutta la Germania sulla tradizione delle fiabe e gestisce una biblioteca di circa 16.000 libri con e sulle fiabe.

Personaggio di riferimento: La donna uccello

  • La Società Svizzera delle Fiabe (Svizzera)

La Società Svizzera delle Fiabe, costituita nell’agosto del 1993 quale sezione della Società Europea delle Fiabe, è un’associazione composta da studiosi e narratori che promuovono ricerca sulle fiabe e divulgano il patrimonio fiabesco, quello svizzero ma non solo. La Società organizza eventi incentrati sulla narrazione, ma anche conferenze, incontri interdisciplinari, seminari, in collaborazione con musei, università e altri enti.

Personaggio di riferimento: La donna uccello

La STORIA DELLA VIA EUROPEA DELLA FIABA

Il progetto della Via Europea della Fiaba è dovuto all’intuizione del presidente della Fondazione Nazionale Carlo Collodi Pier Francesco Bernacchi, che ha concepito la Route come un mezzo che possa coinvolgere tutti i paesi del Consiglio d’Europa. Quale paese, infatti, non ha la sua peculiare tradizione di fiabe, miti, leggende e racconti orali?   

Nel 2016, a Lussemburgo, il progetto è stato presentato da una delegazione della Fondazione Collodi a Stefano Dominioni, Direttore dell’Istituto Europeo degli Itinerari Culturali. La Via Europea della Fiaba è stata successivamente presentata al Forum annuale degli Itinerari Culturali del 2016, tenutosi a Vilnius, e al Forum annuale degli Itinerari Culturali del 2017, tenutosi a Lucca. Dopo l’instaurazione di rapporti di collaborazione con altri Itinerari Culturali nel 2018 e 2019, il network della Via Europea della Fiaba è stato ufficialmente definito nel 2020. I membri della Via Europea della Fiaba tengono 5-6 riunioni all’anno, durante le quali pianificano le attività da svolgersi.         

Tra le attività realizzate o in programmazione della Via, si segnalano:

  • Mostra di Pinocchio a Volos e a Salonicco, in Grecia, realizzata da Dream Workers in collaborazione con la Fondazione Nazionale Carlo Collodi (Dicembre-Aprile 2022);
  • Mostra degli Itinerari Culturali del Consiglio d’Europa che attraversano l’Italia (Storico Giardino Garzoni, Collodi, 10-21 marzo 2022);
  • Partecipazione al World Storytelling Day con un video reperibile sul canale YouTube della Via: https://www.youtube.com/watch?v=S0XvonESmgE;
  • Convegno sugli animali fantastici, previsto per il 26 ottobre 2022.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo