Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
venerdì 21 giugno 2024
 
dossier
 

Peccati come la pedofilia sono imperdonabili?

03/09/2017 

FABIO B. Mi ha stupito sentire papa Francesco dire che i pedofili vanno puniti, e severamente! Esistono dunque peccati imperdonabili? E lo stesso peccato è più grave se commesso da un sacerdote?

La misericordia, dono e grazia di Dio, raggiunge tutti, nessuno è escluso. Tuttavia, non cancella la giustizia, è anzi la via maestra per ristabilirla per quanto è possibile. In questa prospettiva reciproca (misericordia e giustizia), la Chiesa cattolica ha chiarito le linee di condotta che intende seguire, richiamate in diverse circostanze dai pontefici Paolo VI, Giovanni Paolo II, Benedetto XVI, fino a papa Francesco. Il peccato di pedofilia è un crimine grave da chiunque sia commesso; lo è ancora di più se commesso da chi ha un ruolo di educatore, addirittura se sacerdote o religioso. La Chiesa ascolta anzitutto le vittime e ripara, per quanto possibile, le ferite; assicura il giusto processo al sacerdote o religioso coinvolto; ristabilisce la fiducia nella comunità civile ed ecclesiale; s’impegna nella prevenzione e collabora con le istituzioni nei procedimenti civili e penali.

Oggi puoi leggere GRATIS Famiglia Cristiana, Benessere, Credere, Jesus, GBaby e il Giornalino! Per tutto il mese di agosto sarà possibile leggere gratuitamente queste riviste su smartphone, tablet o pc.

I vostri commenti
11

Stai visualizzando  dei 11 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo