logo san paolo
mercoledì 25 maggio 2022
 
 

Il mondo attraverso lo sguardo di chi non vede

07/10/2013  Il 9 ottobre viene proiettato in quasi trenta città italiane "Per altri occhi", docu-film di Silvio Soldini e Giorgio Garini che racconta dieci storie di persone cieche e il loro modo di affrontare la vita quotidiana.

La risata di Michela e Claudio,  mentre ricordano una delle quotidiane disavventure per le strade di Milano, è dirompente e contagiosa. «Un giorno, mentre chiamavo un taxi per la strada», racconta Michela, «un tizio mi ha rubato il cellulare togliendomelo dalla mano mentre stavo parlando. Non sono nemmeno riuscita a finire la chiamata».  Capita, purtroppo, soprattutto se vivi in una grande città. Capita, anche se sei un non vedente, quindi ancora più indifeso. Ma Michela, solare e simpaticissima, ci scherza su ed esclama: «Bè, almeno posso dire di essere sono stata trattata come una cittadina media, sono stata derubata proprio come tutti gli altri. Grazie a quel furto mi sono sentita davvero integrata!».

Michela Marcato ha 42 anni, viene da Padova, lavora come centralinista per una banca. Claudio Levantini fa l'informatico per una società. Lei ha perso la vista quando era molto piccola, lui è stato colpito da retinite quando era adolescente e progressivamente è arrivato alla cecità. Stanno insieme dal 2003: galeotto fu un incontro combinato in casa di amici comuni. Da allora non si sono più lasciati. Lei si è trasferita a Milano,  hanno comprato un appartamento. Vivono in piena indipendenza, affrontando le sfide di ogni giorno con una carica di allegria  e positività straordinaria. 

A raccontare la loro vita quotidiana, le abitudini, i sogni, le passioni, le avventure e le disavventure di routine, è il docu-film Per altri occhi. Avventure quotidiane di un manipolo di ciechi,  diretto da Silvio Soldini e Giorgio Garini. I due registi hanno scelto di seguire con la telecamera dieci storie di non vedenti. Persone che, nonostante la cecità, hanno realizzato le loro vite, raggiunto obiettivi nel lavoro e nello sport. Come Enrico, che lavora come fisioterapista e adora andare in barca a vela. Come Loredana, che fa la centralinista, nel tempo libero tira con l'arco e si arrabbia se le persone intorno a lei esclamano "poverina...". Come Giovanni, piccolo imprenditore con un'energia enorme che, saggiamente, dice: «Essere ciechi è durissima, ma te ne fai una ragione». 

L'idea del docu-film è nata dall'incontro fra Soldini ed il fisioterapista non vedente Enrico Sosio. Un incontro che ha incuriosito il regista, aprendogli le porte di un mondo per lui fino a quel momento quasi sconosciuto, comunque lontano, poco accessibile, perché, Soldini stesso spiega: «Normalmente non hai occasione di interagire con persone non vedenti. Magari le incontri per la strada, tu vedi loro ma loro non ti vedono, non hai modo di entrare in contatto diretto con loro». Da lì, ha preso avvio il progetto: Soldini e Garini hanno cercato varie storie, le hanno selezionate, sono entrati in punta di piedi, con discrezione,  nelle loro case, filmandoli durante i vari momenti della loro giornata e della loro quotidianità, con leggerezza e sensibilità, in modo asciutto, senza alcuna traccia di retorica.

Il risultato è un film bellissimo, emozionante, ironico e gioioso, spesso commovente, a volte perfino spiazzante, che lancia uno sguardo nuovo sul mondo dei non vedenti e rompe tutti gli stereotipi affibbiati comunemente alla cecità. A partire dalla convinzione che chi è cieco sente di avere qualcosa in meno degli altri e si pone dei paletti.

Per altri occhi viene presentato in una proiezione unica in numerose sale cinematografiche in tutta Italia il 9 ottobre. Dopo la proiezione, sarà trasmesso via satellite dall'Anteo Spaziocinema di Milano, come evento speciale, l'incontro tra i registi Silvio Soldini e Giorgio Garini con tutti i protagonisti del film e con due grandi testimoni del mondo dello spettacolo e dello sport, Gianna Nannini e Giovanni Soldini. L'evento sarà condotto dall'attore e scrittore Gianni Fantoni. La proiezione unica del 9 vuole porre l'attenzione sulla Giornata mondiale della vista - il 10 ottobre - promossa dall'Organizzazione mondiale della sanità, per sensibilizzare sulle malattie oculari e sulla loro prevenzione.

L'elenco di tutte le città e le sale dove verranno trasmessi il docu-film e l'evento speciale Per altri occhi si trova sul sito della casa di produzione cinematografica Lumière: www.lumierefilm.it

E dopo la programmazione del 9 ottobre? «Per un prodotto del genere», commenta Soldini,  «so che la distribuzione è più difficile. Ma sono convinto che un pubblico attento e sensibile a questo tipo di film ci sia.  Vedremo cosa succederà».

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo