Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
domenica 21 aprile 2024
 
 

Acqua, per una giustizia idrica

23/02/2012  Una quaresima di preghiera per dissetare il mondo grazie all'iniziativa del Consiglio ecumenico delle chiese

"L'economia dell'acqua": è il tema della campagna di Quaresima del Consiglio ecumenico delle chiese (Cec). Attraverso la "Rete ecumenica dell'acqua", il Cec inviterà, per sette settimane consecutive, tutte le Chiese cristiane a pregare, riflettere e agire insieme a favore della giustizia idrica, sia a livello locale sia mondiale. L'iniziativa si concluderà il 5 aprile, Giovedì Santo. "In questo tempo di crisi economica ed ecologica", spiega il Cec in una nota, "il tema scelto per questa campagna ricorda immediatamente quanto sia urgente che i cristiani intraprendano una riflessione sull'economia dell'acqua e mettano in campo delle misure adeguate".

Secondo Maike Gorsboth, coordinatrice della Rete, "l'acqua è ciò che permette al pianeta e all'economia di vivere. Essa è un elemento essenziale dello sviluppo duraturo in materia di salute, sicurezza alimentare, energia e povertà, questioni che riguardano le Chiese del mondo intero". Ad accompagnare l'iniziativa, sono disponibili on line, sul sito del Cec, alcune meditazioni settimanali per aiutare e guidare la riflessione dei fedeli. Ogni settimana, inoltre, le riflessioni, alla luce delle letture bibliche, possono produrre delle risposte a problemi vitali, come l'approvviggionamento dell'acqua, la produzione e lo smaltimento dei rifiuti, la produzione agrricola e l'adattamento ai cambiamenti climatici.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo