logo san paolo
lunedì 03 agosto 2020
 
Pro e contro
 

Polemica per un convegno alla Camera contro i vaccini

13/04/2017  Organizzata a Montecitorio dal deputato Adriano Zaccagnini con il titolo "Libertà di scelta per vaccinarsi in sicurezza". Contrari la Società dei pediatri, la Federazione dei medici e il ministro Lorenzin

Continua il duello tra il vasto schieramento di chi è assolutamente favorevole alle vaccinazione e coloro che mettono in discussione la validità di questa pratica, mettendo l’accento sui rischi che comporta sulla salute di bambini e adulti.  L’ultima querelle è sorta in occasione di una conferenza stampa dal titolo “Libertà di scelta per vaccinarsi in sicurezza” organizzata a Montecitorio dal deputato Adriano Zaccagnini, fuoriuscito dal Movimento 5 stelle e approdato nel gruppo bersaniano di Mdp. Questi gli ospiti: Prof. Fabrizio Strata (Università degli Studi di Parma, Ricercatore, Dipartimento di Neuroscienze, Sezione di Fisiologia, Facoltà di Medicina); la Dott.ssa Maria Gabriella Lesmo Pediatra, Specializzata in Anestesiologia e Omotossicologia; la Dott.ssa Patrizia Franco Pediatra Omepata e Nutrizionista; il Dott.Gerardo Rossi Medico Chirurgo, Membro Associazione dei medici per l'ambiente ISDE, Direttore scientifico del Mineral Test; l'Avvocato Roberto Mastalia esperto di malpractice medica e Presidente Associazione Auret. Si è accusato la presidenza della camera di aver concesso lo spazio per un evento non certo in linea con le direttive ministeriali. Così ha replicato Laura Boldrini: «Io alla Camera non sono la sovrana che decide tutto, questa conferenza viene fatta in sala stampa dove io non ho modo e titolo d'intervenire. Sarebbe gravissimo se la Presidente la concedesse o meno sulla base dei contenuti». D’altronde la posizione della presidente è inequivocabile. Due mesi fa ha lanciato la campagna twitter #bastabufale  contro le fakenews in cui diceva:  «Le bufale possono provocare danni reali alle persone, come si è visto anche nel caso dei vaccini pediatrici». E oggi ha ribadito: «Essere informati è un diritto, essere disinformati è un pericolo».
«Chiediamo libertà di scelta, anamnesi e personalizzazione del calendario vaccinale, perché non è possibile vaccinare tutti i bimbi nello stesso modo a tre mesi», questa la posizione di Zaccagnini che aggiunge «chiediamo anche dati pubblici sulle segnalazioni avverse a seguito delle vaccinazioni». «Io sono stato a un centro vaccinale e ho notato l'assenza totale di bugiardini o informazioni su quello che sarebbe stato somministrato ai miei figli». Inoltre, aggiunge, «oggi è offerto ai nuovi nati solo l'esavalente e non il tetravalente, come dovrebbe essere, visto che sono solo 4 i vaccini obbligatori e non 6. Questa è la situazione più o meno nel 90% delle asl e non è giusto che questo sia il modo in cui debbano venire accolti i genitori».
 

Ribatte Giuseppe Mele, presidente di SIMPe (Società italiana medici pediatri) e responsabile scientifico Sanità in-Formazione «Quanto sta avvenendo nel nostro Paese è incredibile, sono in continuo aumento i casi di morbillo e pertosse: gli anti-vaccinisti hanno gravi responsabilità».
La Federazione degli Ordini dei medici afferma: «Sarebbe bene non commentare queste posizioni così contrarie non solo alle evidenze scientifiche, ma al buonsenso stesso. Si rischia  di dare ulteriore pubblicità a un evento che forse, altrimenti, sarebbe rimasto circoscritto a pochi adepti». Ad ogni modo, per i professionisti, «paventare teorie infondate sui vaccini, che non possono essere corroborate da solide prove, e farlo in una sede istituzionale come la Camera dei Deputati, lungi dal fare chiarezza, non può che aumentare la confusione e il panico, in un momento di pericoloso calo delle coperture vaccinali che, per il morbillo, ha già dato i suoi frutti in termini di epidemie».  
Il virologo Roberto Burioni ha scritto che  l'iniziativa anti- vaccini è un «insulto al Parlamento» e una «vergogna». Immediato l'attacco del ministro Lorenzin: «Ancora una volta i paladini dell'antiscienza tentano blitz nelle sedi istituzionali per cercare di dare visibilità a tesi anti vax basate sul nulla, su dicerie anti scientifiche contestate da tutta la comunità e dagli istituti internazionali. Il capogruppo di MdP, Francesco Laforgia, ha rimarcato che l'iniziativa di Zaccagnini «è personale e non ha niente a che vedere con la posizione del gruppo. Non c'è da scherzare: siamo a favore delle vaccinazioni». 

 

I vostri commenti
4
scrivi

Stai visualizzando  dei 4 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 92,90 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%