Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 20 maggio 2024
 
 

Politici in cucina per l'Emilia

24/09/2012  Presentato a Bologna un volume con le ricette suggerite da molti presidenti di Regione italiani. I proventi saranno devoluti alle popolazioni colpite dal sisma

Un libro di ricette per aiutare l'Emilia terremotata. È l'originale iniziativa dell'Ordine e della Fondazione dei dottoricommercialisti e degli esperti contabili di Bologna che ha coinvolto sotto un'unica bandiera, quella della solidarietà, diversi esponenti politici, da Roberto Formigoni (presidente regione Lombardia) a Nichi Vendola (Puglia), da Roberto Cota (Piemonte) a Giuseppe Scopelliti (Calabria), da Claudio Burlando (Liguria) a Stefano Caldoro (Campania). E ancora, i ministri Anna Maria Cancellieri e Piero Gnudi, il primo ministro del governo australiano Julia Gillard, e tanti altri ancora. Non si tratta, dunque, degli ospiti di una puntata di Porta a Porta ma degli autori, sotto la supervisione della giornalista Rai Tv Lisa Bellocchi, del volume "Diamo i numeri... in cucina. Professionisti tra i fornelli" (Minerva edizioni): un viaggio nell'enogastronomia italiana con 150 specialità consigliate, i cui proventi saranno interamente devoluti alle popolazioni colpite dal sisma. «Per il nostro ruolo di consulenti di impresa – spiega Gianfranco Tomassoli, presidente dell’Ordine dei Commercialisti e degli Esperti Contabili di Bologna -, noi commercialisti siamo abituati ad essere chiamati dagli imprenditori a qualsiasi ora del giorno e della notte per risolvere qualsiasi tipo di problema. Forse è stato per questa “deformazione professionale” che all’indomani del terremoto ho cercato subito un modo attraverso il quale noi commercialisti di Bologna, avremmo potuto aiutare le imprese, i lavoratori e in genere le popolazioni colpite, a ripartire. L’idea del ricettario deriva forse anche dal fatto che sono romagnolo e dalle mie parti l’arte culinaria ha un suo perché». L'iniziativa ha ricevuto il plauso del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e del premier Mario Monti: la presentazione è fissata per domani, martedì 25 settembre, alle 18.00 presso la sala "Marco Biagi" dell'Ordine dei Commercialisti d Bologna in piazza de' Calderini 2/2.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo