logo san paolo
giovedì 18 agosto 2022
 
 

Via Padova, la via più multietnica di Milano si racconta

15/12/2017  ll Teatro Officina ha vinto il Bando alle Periferie del Comune di Milano con il suo progetto Open (your) house ed è entrato nella realtà abitativa del quartiere di via Padova, la strada più multietnica della città, raccogliendo testimonianze e interviste. Restituisce ora alla città intera quei racconti attraverso lo spettacolo “Via Padova ascolta”.

Il Teatro Officina ha vinto il Bando per le periferie lanciato dal Comune di Milano con un progetto sulla condizione di vita in via Padova. Attraverso una consolidata metodologia di lavoro sociale il Teatro Officina raccoglie le testimonianze degli abitanti del quartiere e cerca poi di coinvolgerli attivamente nello spettacolo, frutto del percorso, un evento costruito drammaturgicamente proprio a partire da quei racconti. Lo spettacolo diviene così il punto di coagulo di un lungo lavoro svolto nelle case, nei cortili, dentro i bar e i negozi, utilizzando di volta in volta strumenti comunicativi diversi: interviste, pranzi sociali, balli popolari in cortili, incursioni di clownerie, laboratori artistici con i giovanissimi stranieri.

Può un teatro parlare di come si vive nelle case della via più multietnica della città? In quei condomini la vita degli abitanti scorre anonima, incapsulata dietro finestre da cui riverbera la luce blu delle TV accese. In via Padova e nelle sue vecchie vie laterali ci si imbatte in  case dove c’è una socialità serena  e sapientemente costruita (via Padova 36), in vecchi condomini pieni di  disperata rassegnazione (centinaia di migliaia di debiti condominiali da cui non si sa più come uscire, come in via Clitumno 11), in  case popolari con Custodi sociali preziosi e attivi (come in via Tarabella e via Celentano), residence dietro cui si nasconde  un impenetrabile bunker della malavita  (la casbash di via Cavezzali 11).

ll Teatro Officina ha vinto il Bando alle Periferie del Comune di Milano con il suo progetto Open (your) house  ed è entrato in queste realtà abitative raccogliendo testimonianze e interviste. Restituisce ora alla città intera quei racconti attraverso lo spettacolo “Via Padova ascolta”. Gli spettacoli  sono tutti ad ingresso libero e gratuito. 

VIA PADOVA ASCOLTA. UN PROGETTO DI TEATRO SOCIALE

TEATRO OFFICINA

 presenta

 

15 e 16 dicembre 2017 ore 21.00             al Teatro Officina
21 dicembre 2017 ore 21.00                    
al Teatro dell’Elfo

VIA PADOVA ASCOLTA 
Nuova produzione
evento finale del progetto Open (your) house vincitore del Bando alle Periferie 2017

Con: Massimo de Vita, Alessandro Arbuzzi, Francesco Arioli, Francesco Bianchi, Lorenza Cervara, Carla Cipolla, Massimo de Vita, Pierluigi Durin, Irene Quartana, Adriano Rizzo, Lorena Salvini, Pietro Versari (Sorcho) e alcuni abitanti di via Padova.
Disegno luci: Beppe Sordi
Scenografie: Alice Benazzi
Fotografo: Angelo Lo Buglio
Responsabile del progetto Open (your) house: Daniela Airoldi Bianchi
Regia: Massimo de Vita ed Enzo Biscardi
Con un contributo drammaturgico di Alberto Cavalleri e Beppe Stoppa.

Si ringraziano i cittadini stranieri che hanno partecipato al laboratorio teatrale organizzato con Progetto Fondazione ARCA e gli allievi del Teatro Officina.
Grazie a  Tac Teatro e Sonomusica(partner del progetto) per i contributi video

TEATRO OFFICINA

 presenta

 

15 e 16 dicembre 2017 ore 21.00             al Teatro Officina
21 dicembre 2017 ore 21.00                    
al Teatro dell’Elfo

VIA PADOVA ASCOLTA 
Nuova produzione
evento finale del progetto Open (your) house vincitore del Bando alle Periferie 2017

Con: Massimo de Vita, Alessandro Arbuzzi, Francesco Arioli, Francesco Bianchi, Lorenza Cervara, Carla Cipolla, Massimo de Vita, Pierluigi Durin, Irene Quartana, Adriano Rizzo, Lorena Salvini, Pietro Versari (Sorcho) e alcuni abitanti di via Padova.
Disegno luci: Beppe Sordi
Scenografie: Alice Benazzi
Fotografo: Angelo Lo Buglio
Responsabile del progetto Open (your) house: Daniela Airoldi Bianchi
Regia: Massimo de Vita ed Enzo Biscardi
Con un contributo drammaturgico di Alberto Cavalleri e Beppe Stoppa.

Si ringraziano i cittadini stranieri che hanno partecipato al laboratorio teatrale organizzato con Progetto Fondazione ARCA e gli allievi del Teatro Officina.
Grazie a  Tac Teatro e Sonomusica(partner del progetto) per i contributi video

I vostri commenti
1

Stai visualizzando  dei 1 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo