logo san paolo
venerdì 03 dicembre 2021
 
solidarietà
 

Prove aperte alla Scala, raccolti 120mila euro per le periferie milanesi

06/07/2017  Il ricavato dell'edizione 2017 è stato consegnato a quattro organizzazioni non profit milanesi che realizzano progetti a favore dei giovani delle periferia: La Strada Onlus, La Lanterna Onlus, Amici di Edoardo Onlus e Azione Solidale Onlus

120mila euro donati a quattro organizzazioni non profit milanesi che realizzano progetti a favore dei giovani delle periferie e il tutto esaurito ad ogni serata. È questo il bilancio dell’edizione 2017 delle Prove Aperte della Filarmonica della Scala conclusa ufficialmente giovedì mattina con la consegna, presso l’UniCredit Tower, di quattro simbolici maxi-assegni a La Strada Onlus, La Lanterna Onlus, Amici di Edoardo Onlus e Azione Solidale Onlus.

Questi fondi verranno destinati a progetti di sviluppo delle competenze dei giovani in vista dell’inserimento lavorativo e di contrasto alla dispersione scolastica, nonché alla promozione di percorsi di orientamento formativo e al supporto di scuola e famiglie. L’iniziativa, giunta alla sua ottava edizione, è realizzata grazie alla collaborazione del Teatro alla Scala, del Comune di Milano, del Main Partner UniCredit e al sostegno di UniCredit Foundation, che svolge un ruolo fondamentale nell'individuazione dell’area d’intervento e nella valutazione dei progetti finanziati e che garantisce la copertura dei costi organizzativi.

Al contributo dei partner si aggiungono la generosità di solisti, direttori e professori d’orchestra e la partecipazione della città che in otto anni di Prove Aperte hanno consentito di devolvere complessivamente circa 980mila euro al non profit ambrosiano.

Con l’edizione 2018, che sarà presentata in autunno, si punta a superare il traguardo di un milione di euro donati. Ciascuna delle cinque serate, compresa quella inaugurale gratuita, ha infatti registrato il tutto esaurito con un totale di 9.763 presenze e un ricavato medio per organizzazione di circa 30mila euro. Inoltre i 1.119 carnet acquistati per accedere ai quattro appuntamenti benefici confermano l’altissimo tasso di fidelizzazione del pubblico delle Prove Aperte.

Hanno aderito all’iniziativa 2017 i Maestri Andrés Orozco-Estrada con il concerto dell’8 gennaio a favore de La Strada Onlus; Fabio Luisi il 19 febbraio a favore de La Lanterna Onlus; Riccardo Chailly il 5 marzo per Amici di Edoardo Onlus, e Myung-Whun Chung il 21 maggio a favore di Azione Solidale Onlus Le Prove Aperte costituiscono un’occasione straordinaria di accesso al Teatro alla Scala a prezzi contenuti (biglietti da € 5 a € 35) per un pubblico ampio di appassionati di musica, cui sono state destinate le introduzioni all’ascolto tenute dai critici musicali Enrico Parola, Luigi Di Fronzo e Carla Moreni. Un impegno di avvicinamento della musica a un pubblico diversificato fortemente condiviso dall’Orchestra e da UniCredit.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo