logo san paolo
mercoledì 08 dicembre 2021
 
 

Psicologi? Sempre più competenti e formati

24/11/2011  Celebra il suo 10° anno di vita l’Alta Scuola in Psicologia della Cattolica di Milano

Nell’attuale contesto socioculturale il ruolo e i compiti dello psicologo vanno definendosi con sempre maggiore precisione e chiarezza. Da un lato, per meglio sintonizzarsi con le nuove e diversificate richieste di aiuto che sorgono oggigiorno, e, dall’altro, per qualificare in modo rigoroso le consulenze da offrire. Investire nell’alta formazione, dunque, si rivela una tappa strategica e urgente per ogni professionista.

Uno studio recente, curato da Claudio Bosio (neopreside della Facoltà di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano) e appena pubblicato nel volume Fare lo psicologo (Raffaello Cortina, 2011), mostra come all’interno di un campione selezionato di 1500 psicologi iscritti agli ordini professionali, ben il 97% abbia frequentato o stia frequentando un’attività formativa post laurea. Un risultato inequivocabile che conferma la necessità di una formazione continua, offerta, soprattutto, dal settore privato con scuole professionalizzanti.
Viene incontro proprio a queste esigenze l’Alta Scuola di Psicologia dell’Università Cattolica di Milano, che promuove una formazione professionale d’eccellenza nell’ambito delle discipline psicologiche. Proprio nei giorni scorsi ha compiuto dieci anni dalla sua istituzione. E per festeggiare la significativa ricorrenza, la stessa scuola ha organizzato una giornata di studio, celebrata il 24 novembre 2011, per fare il punto sulla situazione dell’alta formazione, in relazione alle nuove sfide lanciate dal mercato, e sui successi lavorativi raggiunti dai suoi ex allievi. L’Alta Scuola si avvale della solida tradizione inaugurata da Padre Agostino Gemelli, già a partire dal 1921.

Il programma di questa intensa giornata ha previsto, a partire dalle ore 10 nell’aula Pio XI (largo Gemelli, 1 Milano), una fase iniziale dedicata al tema Metodi e criteri della formazione d’eccellenza, dove sono intervenuti, per la Cattolica, Vittorio Cigoli, direttore dell’Alta Scuola, Eugenia Scabini, direttore del Centro di Ateneo Studi e ricerche sulla famiglia, Cesare Kaneklin, psicologo del lavoro, e Michele Faldi, direttore Alta formazione e Alte scuole. Sono seguiti due interventi sulla formazione universitaria post graduate, le istituzioni e il mercato del lavoro curati da Mauro Meda, segretario generale ASFOR e da Luca Lantero di NARIC Italia. Nel pomeriggio, dalle 14.30 in poi ,nell’aula 110 del plesso di via Nirone 15 a Milano (sede ufficiale dell’Alta Scuola di Psicologia), si è avviato un dialogo sui percorsi dalla Formazione alla professionalità, coordinato da Claudio Bosio. Scelta strategica la presenza “testimoniale” di alcuni alunni dell’Alta Scuola oggi professionisti affermati.

Ricordiamo, infine, che le iniziative realizzate dall’Alta Scuola attivano reti universitarie internazionali, partnership con ordini professionali, agenzie formative regionali e nazionali e istituti di formazione nazionali ed internazionali, oltre che collaborazioni e seminari con i più qualificati esperti italiani e stranieri. Sul sito http://asag.unicatt.it/ si trovano tutte le altre informazioni. Cari psicologi, non resta che farsi avanti!

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo