logo san paolo
giovedì 04 giugno 2020
 
Concerti
 

Quando Carmelo Bene dava voce alla musica

03/02/2020  A Roma, per la stagione della IUC, nel centenario della nascita del compositore Bruno Maderna, il 4 febbraio viene eseguito Hyperion con un nastro registrato in cui si può riascoltare il grande attore scomparso nel 2002. Dirige Marcello Panni.

È l’anno del centenario della nascita di Bruno Maderna, uno dei protagonisti delle avanguardie musicali del secondo Novecento. Maderna nasce a Venezia il 21 aprile del 1920  muore nel novembre del 1973 a Darmstadt, in Germania. Direttore d’orchestra e compositore, con antenne sensibili a ciò che accadeva di nuovo nel mondo musicale del suo tempo. Compositore sperimentale, tuttavia pochi mesi  prima della morte confidò di essere affascinato dal canto e da Monteverdi. Nel 1964 gli fu commissionata la composizione di Hyperion, una “lirica in forma di spettacolo” ideata a quattro mani con il regista Vittorio Puecher. Hyperion si ispira al romanzo di Friedrich Hölderlin e, come scrisse il musicologo Massimo Mila, rappresenta “la tragedia dell’incomunicabilità”. Hyperion fu rappresentato per la prima volta al Teatro La Fenice in occasione della Biennale di Venezia del 1964. In seguito Maderna continuò a lavorarci, preparandone personalmente altri due allestimenti scenici (Bruxelles e Bologna, entrambi nel 1968), nonché quattro versioni da concerto e due suite (Berlino 1969 e Vienna 1970). Ma se ne sono avute tante altre versioni, anche senza l’intervento diretto dell’autore. Si tratta di  un work in progress che tra aggiunte e tagli cambiava ad ogni esecuzione in maniera anche radicale.

La sera del 4 febbraio alle 20:30, nell’ambito della stagione della Istituzione Universitaria dei  Concerti della Sapienza di Roma, Hyperion sarà eseguita con la direzione di Marcello Panni, che partecipò giovanissimo alle avanguardie artistiche di quegli anni ed è ora uno dei pochi in grado di riprodurre fedelmente lo spirito della complessa partitura di Maderna.

In questo concerto romano Marcello Panni dirige la suite di Hyperion nella versione di Berlino preparata da Maderna nel 1969 e riproposta da Panni stesso nel 1980 all’Accademia di Santa Cecilia e nel 1981 alla Rai di Milano. In entrambe queste esecuzioni la voce recitante era quella di Carmelo Bene, che aveva preparato un suo adattamento e una sua traduzione del testo di Hölderlin. In quegli anni Bene (morto nel marzo del 2002) era particolarmente interessato alla musica: proprio nel 1980 fece una propria versione del “Manfred” di Schumann, che eseguì numerose volte. L’occasione di poter riascoltare la voce di Bene, che interpreta il protagonista di Hyperion, si deve al ritrovamento e al restauro di un nastro inedito registrato dalla RAI nel 1981 in vista di un’incisione discografica che non fu mai realizzata. Nell’esecuzione del 4 febbraio nell’Aula Magna della Sapienza Marcello Panni dirigerò l’Orchestra Sinfonica Abruzzese con i solisti Gianni Trovalusci (flauto, ottavino, flauto in sol) e Christian Schmitt (oboe, musetta, oboe d’amore), le percussioni dell’Ensemble Ars Ludi, il coro da camera Ready-made Ensemble (maestro del coro Giuliano Mazzini).

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%