logo san paolo
sabato 23 ottobre 2021
 
dossier
 

Quel legame mistico tra Uomo e Natura

15/10/2014  In Trentino tutti conoscono la leggenda di San Romedio: un ricco divenuto eremita che grazie a un orso poté compiere un pellegrinaggio dal vescovo di Trento. Un simbolo del profondo rapporto tra le popolazioni locali e gli animali del territorio.

C’è anche una sorta di suggello divino nel delicato rapporto che lega uomo e orso. E arriva proprio dal Trentino. Una storia, risalente al quarto secolo dell’era cristiana, divenuta leggenda attorno al nome di Romedio. Prima Signore del castello di Thaur, vicino a Innsbruck, discendente di una ricca casata tirolese, ricco padrone delle saline nella Valle dell’Inn. Poi, dopo un pellegrinaggio a Roma, eremita che decise di donare tutte le ricchezze alla Chiesa per ritirarsi in un luogo isolato, in una solitaria e scoscesa valle laterale nella Valle di Non, pregando Dio e ritrovando così una nuova pace con sé e la natura circostante.

Romedio, secondo la tradizione, sentendo prossima l’ora della propria morte, espresse a un suo fedele discepolo il desiderio di compiere un ultimo viaggio a Trento, per ricevere la benedizione del santo vescovo San Vigilio. Ultimati i preparativi del viaggio, mentre il discepolo si apprestava a sellare il vecchio cavallo dell’anacoreta, si avvicinò un enorme orso che iniziò a divorare la povera bestia.

Ma invece di scappare, Romedio, senza esprimere turbamento o paura nei confronti dell’animale, ordinò di usare le briglie per sellare l’orso. Il discepolo, fidandosi del suo maestro, ubbidì. E l’orso chinò la testa per agevolare l’operazione. Indossò la bardatura e accolse Romedio in sella, iniziando il percorso verso Trento, che fu accompagnato da uno stormo di uccelli, quasi a sottolineare la eccezionalità dell’accaduto. Romedio poté così arrivare tranquillamente a Trento.

Il “miracolo” del 1958

Fuor di metafora, il racconto spiega bene quanto sia cruciale tutelare la complessa coesistenza tra Uomo e Natura per fare grandi imprese e poter vivere in modo virtuoso. D’altro canto, il miracolo, secoli dopo, Romedio, divenuto santo nell’XI secolo, lo fece davvero. Era il 1958: il senatore Gian Giacomo Gallarati Scotti dei Principi di Molfetta, membro d’onore del comitato di fondazione del Wwf Italia, salvò un orso destinato a essere ucciso da dei mercanti che volevano vendere la sua pelle. Lo acquistò personalmente e lo donò al Santuario di San Romedio vicino a Sanzeno in Val di Non.

Il santuario delle cinque Chiese

  

Un luogo, quello dove oggi sorge il santuario, che ancora emana un’aura di solennità e mistero, tanto da renderlo uno dei luoghi sacri più caratteristici dell’arco alpino. Forse per la posizione incredibile, al centro di una profonda gola, in cima a una guglia rocciosa alta cento metri.

Il santuario è un complesso architettonico costituito da cinque chiese sovrapposte, erette in epoche diverse e collegate tra loro da una ripida scala. La più antica sorge fin dall’anno 1000 in cima al torrione roccioso e ospita la tomba di roccia di San Romedio. Le altre chiese furono costruite in fasi successive, scendendo man mano verso il basso: chiesetta di San Giorgio del 1487, la chiesetta di San Michele del 1514, la chiesa maggiore di San Romedio eretta nel 1536.

E infine la più recente, quella dell’Addolorata, eretta dopo la Grande Guerra come ringraziamento per la fine del sanguinoso conflitto. La facciata esterna è un esempio di architettura anaune del 18° secolo e l’edificio interno, dal 1948 ospita un convento francescano.

Un esempio magnifico di architettura religiosa divenuta col tempo luogo di pellegrinaggio da parte di chi invocava l’intercessione del Santo contro calamità, malattie e incidenti. E che oggi attira a sé turisti da tutto il mondo.

Emanuele Isonio

Multimedia
Trentino, l'uomo e l'orso: una convivenza complessa
Correlati
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%