Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 20 aprile 2024
 
solidarietà
 

Quell'associazione benefica nata davanti a una panchina

09/02/2023  Lucia Cagnacci Vedani racconta la storia di CasAmica, un’organizzazione di volontariato che da 37 anni accoglie i malati e i loro familiari in difficoltà provenienti da tutta Italia e dall’estero per curarsi negli ospedali di Milano, Lecco e Roma

«Lo vidi in una mattina nebbiosa di novembre, la mia attenzione fu attirata da lui. Un uomo minuto con il cappotto troppo grande, che sembrava pesargli sulle spalle e la coppola calata sulle orecchie. Stava prendendo da una panchina, che era stata il suo letto, una valigia legata con lo spago, il suo cuscino in quella notte umida di Milano. Lentamente si avviò verso l’Istituto dei Tumori, le spalle curve, gravate dal destino che doveva affrontare. Non immaginavo che quell’uomo esile avrebbe cambiato la mia vita…».

Lucia Cagnacci Vedani, sposata con Enzo Vedani e madre di quattro figli, è il cuore e l’anima di CasAmica, una straordinaria impresa di condivisione e solidarietàCasAmica Onlus è un’organizzazione di volontariato che da 37 anni accoglie i malati e i loro familiari in difficoltà provenienti da tutta Italia e dall’estero per curarsi negli ospedali di Milano, Lecco e Roma. L’Ambrogino d’Oro che l’ha premiata come esempio di «generosità e coraggio» per la città di Milano, è solo uno dei numerosi riconoscimenti che questa realtà ha ricevuto.

In occasione della Giornata Mondiale del Malato 2023, le Edizioni Ares hanno presentato il volume Una panchina ha cambiato la mia vita: la storia operosa e commovente dell’organizzazione e della sua infaticabile fondatrice, iniziata davanti a una panchina di piazza Gorini a Milano, e delle migliaia di ospiti accolti dal 1986 fino a oggi. Questo libro non è il semplice resoconto sulle finalità di un’associazione benefica, bensì il viaggio appassionato nella vita di Lucia, una donna che ha sentito e seguito la chiamata che ha cambiato la sua esistenza.

L’incontro con un pover’uomo: una panchina per letto e una valigia per cuscino… Tanto le è bastato per capire che toccava proprio a lei fare qualcosa. E da quel momento tutta l’esistenza di Lucia – supportata dal generoso sostegno della sua famiglia – è stata trascinata in questa inaspettata avventura. Nel desiderio di fare il bene, nella passione per l’altro, seguendo la spinta interiore che porta ad aiutare e consolare chi soffre ed è nel bisogno. Tra i grandi Amici di CasAmica si ricordano, negli anni, papa Benedetto che ricevette Lucia Vedani a San Pietro e papa Francesco che ha ricambiato la visita recandosi lui nella casa di Roma. E, poi, Joaquín Navarro Valls, il cardinale Carlo Maria Martini e tanti volti noti dello spettacolo come Edoardo Bennato, Elisa D’Eusanio, il Mago Forrest, Alberto Fortis, Max Giusti e Federica Panicucci.

«Perché questo libro? Perché in questi tempi difficili e complicati, in cui sembra che tutto vada male e che solo gli eventi negativi attirino l’attenzione dei media, sento la necessità di comunicare che il Bene c’è e che merita di essere conosciuto», spiega Lucia Vedani. «Ritengo sia indispensabile prendere coscienza che si può agire per migliorare le cose: basta volerlo e non farsi bloccare dalle difficoltà o dalla sfiducia. Tante piccole azioni, insieme, hanno un grande valore, proprio come ogni singola goccia d’acqua serve a formare un oceano. Con questo libro vi racconto con semplicità un modo, il mio modo per promuovere il Bene».

(nella foto, Lucia Vedani con il marito Enzo)

 

 

 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo