Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 29 maggio 2024
 
Natale senza troppo studio
 

Quelle pagelle in arrivo prima e dopo le feste

18/01/2024  «Cara prof, quest’anno le pagelle dei mie due figli, che frequentano scuole superiori diverse, arriveranno una prima delle vacanze di Natale e l’altra dopo, a gennaio» Leggi la risposta di Paola Spotorno

Cara prof, quest’anno le pagelle dei mie due figli, che frequentano scuole superiori diverse, arriveranno una prima delle vacanze di Natale e l’altra dopo, a gennaio. Così per uno ci sarà un Natale senza troppo studio, anche se magari un po’ rovinato da qualche insufficienza, e per l’altro giorni di studio in vista delle interrogazioni che dovrà affrontare appena rientrato dopo la Befana. Onestamente avrei preferito che arrivassero tutte due insieme e magari senza sorprese.

EUGENIA

 

Leggi la risposta di Paola Spotorno

– Carissima Eugenia, vedila così: sotto l’albero ci saranno due regali in più, in uno la pagella, nell’altro un punto interrogativo e la previsione di studio e compiti ancora da fare. Condivido con te che sarebbe stato meglio ricevere insieme le schede di valutazione, ma le scuole godono di ampia autonomia e così c’è chi preferisce il trimestre e chi il quadrimestre.

Onestamente fare gli scrutini prima ancora di Natale mi sembra una scelta davvero estrema perché vuol dire che si devono concludere verifi che e interrogazioni in largo anticipo, con grandi difficoltà non solo per i ragazzi ma soprattutto per gli insegnanti, che faranno le corse fi no all’ultimo minuto in PIANETA SCUOLA cerca dei voti necessari per poter realmente valutare.

Ed è vero che la scuola, soprattutto negli ultimi tempi, propone cambiamenti e sperimentazioni a volte un po’ difficili da capire. Tra le tante novità di quest’anno, per esempio, sempre in tema di valutazioni, c’è la scelta di alcune scuole di non dividere l’anno in trimestri o quadrimestri, ma di dare solo la pagella a fi ne anno. Poi ce ne sono altre che, sollevando molte perplessità, stanno sperimentando una didattica senza voti.

Tutte queste novità verranno valutate in seguito, per ora godiamoci le vacanze di Natale e, cara Eugenia, per qualche giorno lascia da parte le ansie della quotidianità e anche i regali sgraditi. Ci sarà tempo, dopo aver festeggiato in armonia e allegria, per pensare a come organizzare meglio lo studio e l’impegno scolastico. Per il momento solo tanti auguri di buone feste a te e ai tuoi ragazzi.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo