logo san paolo
lunedì 30 gennaio 2023
 
vetrina onlus
 

Questo Natale accendi la luce in una nuova missione salesiana

01/12/2022  La nuova missione a Kagwema, in Burundi, è una luce che si accende. Una goccia di solidarietà che avrà un risvolto concreto sulla vita di un’intera comunità.

Siamo alle soglie del Santo Natale, la festa che ci scalda il cuore e che ci rende più vicini gli uni agli altri, la ricorrenza che ci investe della possibilità di ripartire da zero, di vedere nella nascita del Figlio di Dio la possibilità di iniziare qualcosa, di introdurre un elemento di novità nelle nostre vite. Il Natale ci ricorda continuamente la nuova vita che il Signore ci dona in modo costante.

Dopo un lungo periodo pieno di tante situazioni di difficoltà, momenti di sconforto, spero sia un Natale migliore per tutti, una piccola luce di speranza per poter rischiarare le vite nostre e di chi ci sta accanto. Come le candele che si accendono ogni settimana in Avvento, anche noi possiamo accendere un angolo buio, donando luce e visibilità alle situazioni che richiedono la nostra attenzione.

Questa riflessione mi fa pensare alla nuova missione salesiana che i miei fratelli missionari vogliono avviare a Kagwema, in Burundi, nel cuore dell’Africa orientale. In questo Paese pesantemente afflitto da povertà e emarginazione sociale, noi di Missioni Don Bosco, grazie al lavoro dei nostri cari missionari, vogliamo accendere la speranza per il suo popolo attraverso la presenza salesiana. Portando un po’ di luce, di attenzione, questo bagliore può espandersi e permettere ai nostri fratelli di ricominciare ad avere speranza nel domani.

Il Burundi è da sempre in cima alla classifica dei Paesi più poveri del mondo e i salesiani lo sanno bene, sono presenti sul campo dal 1970 con tre missioni, due parrocchie e due scuole professionali. Ora, insieme a loro, vogliamo avviare un'altra opera nel piccolo villaggio di Kagwema, dove mancano infrastrutture e tanti servizi, tra i quali un servizio scolastico adeguato.

Il nostro obiettivo è partire dalla costruzione di una chiesa parrocchiale: un semplice edificio che rappresenta il primo, fondamentale passo, per portare la luce della Parola di Dio fra queste persone così dimenticate, a cui seguirà la realizzazione di un oratorio per accogliere i tanti bimbi e ragazzi della comunità che attualmente vagano per le polverose strade del villaggio, senza una scuola da frequentare e un luogo accogliente in cui riunirsi.

La nascita di una nuova missione significa vita per tanti bambini e bambine, un luogo prezioso dove poter essere accolti, avere cibo e acqua a disposizione, e tutto l’amore di cui hanno bisogno. Crediamo in un domani di uguaglianza, di giustizia e di sviluppo per tutti, per questo sosteniamo con tutte le nostre forze le nuove missioni salesiane nei Paesi più poveri, sostienici!

Padre Daniel Antúnez
Salesiano di Don Bosco

spd#pubbliredazionale_fc

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo