logo san paolo
domenica 25 settembre 2022
 
 

Rai e Mediaset, la Tv dei cloni

10/06/2011  La Rai deve sanare il bilancio, Mediaset già pensa alla prossima stagione. Ma troppi programmi si somigliano, quando non sono vere e proprie copie.

La Rai ci ha messo  (apparentemente) meno di  un giorno ad accantonare la questione Santoro. Il divorzio è stato annunciato prima del previsto con l’annuncio di una conferenza stampa, poi annullata, visto che non pareva bello che si svolgesse proprio nella sede di Viale Mazzini. L’addio di Michele ai suoi fedeli  lettori è avvenuto nell’ultima puntata di Annozero  ma già Enrico Mentana sì è lasciato sfuggire che il conduttore salernitano è  molto vicino al La7, in attesa di conoscere quali altri personaggi scomodi della Rai sceglieranno la libertà magari festeggiando simbolicamente insieme, anche se non in video, il sessantesimo compleanno di Santoro, il 2 luglio prossimo.

     E mentre la Rai deve sciogliere i suoi ancora numerosi problemi, con l’obiettivo di sanare il bilancio, Mediaset non  fa una piega, anzi sta già organizzando per il 29 giugno prossimo la cena di gala nel corso della quale presenterà alla stampa e agli inserzionisti la sua stagione autunno-inverno, che in grandi linee vi anticipiamo. Va ancora di moda  il motto: tu esperimenti, ed se ti va bene  io ti clono.  Dopo il non gradito gemellaggio di Ti lascio una canzone di Antonella Clerici,  con l’ingaggio di Roberto Cenci, regista e factotum della gara di canzoni per bambini, e la nascita di Io canto affidata a Gerry Scotti, si sta lavorando a Io ballo (clone dell’elegante show di successo di Raiuno (il format è straniero) Ballando con le stelle) che sarà affidato all’onnipresnte Barbara D’Urso. Milly Carlucci è furibonda anche perché sembra che sia già aperta la caccia ai ballerini campioni del mondo, protagonisti del programma di Raiuno. “Le cifre offerte", ammette Milly, "per la Rai sono improponibili”, E già è stato contattato Samuel Peron, protagonista delle edizioni di Raiuno.

     L’abitudine al clone non è tutto: le novità sono certamente più interessanti. Paolo Bonolis, dpo il flop in prima serata della sua Il senso della vita, si cimenterà nel preserale prendendosi lo spazio da anni occupato da Gerry Scotti, che da tempo aveva chiesto di sospendere per un po’ il suo Milionario. Dunque a Gerry  sarà affidato Money drop un quiz inglese basato su coppie (amici, colleghi, familiari) che avranno a disposizione un milione di euro ma dovranno giocarselo puntando sulle risposte esatte a otto domande. Tutto in diretta, con il pubblico a casa chiamato a interagire. Un quiz, secondo Gerry, che in TV mancava dai tempi d’oro di Mike Bongiorno.

     Dopo queste quattro serate, ma nel 2012, Scotti tornerà nel preserale con Isolation dove l’unico concorrente sarà imprigionato in una bolla di vetro; Bonolis, invece, sarà al timone di Avanti un altro dove userà il suo eloquio per sparare a raffica tante risposte giuste, e una  sbagliata a una sola domanda.  Il concorrente dovrà intuire proprio quella sbagliata.

     Altre novità? Meno fiction niente film e due grandi conferme. Quelle di Maria De Filippi col suo C’è posta per te del sabato sera, e il ritorno, immancabile, di Grande fratello; l’ultima edizione è durata quasi nove mesi, la prossima dovrebbe cominciare il 24 ottobre, quando Alessia Marcuzzi avrà dato alla luce il suo secondo figlio, e durerà sino al giugno 2012. La grande novità dovrebbe proprio riguardare il primo dei reality trasmessi in Italia. Paolo Bassetti, presidente e amministratore delegato di Endemol sta ragionando sulla possibilità di rinunciare alla diretta per mandare in onda la trasmissione 24 ore dopo. In questo modo ci sarebbe la possibilità di cancellare eventuali trasgressioni (sempre più “cercate” dai concorrenti per farsi notare) e rendere il programma, privo di linguaggi troppo coloriti e comportamenti troppo disinvolti quello che, secondo Bassetti, è “un  grande romanzo popolare”. Che però quando ha trovato  sulla sua strada il popolarissimo Commissario Montalbano, ha dovuto cedergli il passo.

I vostri commenti
8

Stai visualizzando  dei 8 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo