logo san paolo
martedì 28 giugno 2022
 
 

Rca, nessuna copertura per l’avvocato

02/03/2011  Secondo una ricerca di Assicurazione.it soltanto l’8% degli automobilisti estende l’assicurazione alla tutela legale

Furto, incendio, cristalli, ma niente avvocato. Soltanto l’8% degli automobilisti estende la copertura dell’Rc auto anche alla tutela legale: secondo i dati di Assicurazione.it, infatti, gli italiani sembrano poco interessati ad assicurarsi per le possibili spese giudiziarie a cui possono andare incontro. Ecco il profilo di chi richiede questo tipo di copertura: uomo, 43 anni, sposato, alla guida di una macchina (nel caso dei motociclisti, infatti, la percentuale scende al 5%), residente al sud. Gli altri rinunciano, pensando di risparmiare, ma in realtà la spesa non è così onerosa: 0,08 euro al giorno, fino ad un massimo di 30 euro l’anno. «Questa copertura ha una chiara componente di servizio – spiega Alberto Genovese, fondatore di Assicurazione.it - perché permette di avere consulenza e assistenza in ogni fase della vertenza legale, sia nel caso di risarcimento di un danno subito, sia di fronte alla richiesta di risarcimento danni da parte di terzi».  

Dall’indagine condotta da Assicurazione.it, analizzando i preventivi fatti on line tra le offerte delle assicurazioni dirette, emerge un quadro molto differenziato di regione in regione. La tutela legale è richiesta soprattutto al sud, in particolare in Puglia con il 9,32% di richieste. Seguono Sicilia e Campania, mentre al quarto posto troviamo una regione del nord, la Lombardia (8,06%). Guardando alle categorie professionali, invece, i più prudenti risultano i pensionati, seguiti da impiegati e casalinghe: evidentemente coloro che vogliono essere più tutelati sono le persone che hanno più difficoltà nel gestire autonomamente controversie legali. 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo