logo san paolo
martedì 19 ottobre 2021
 
dossier
 

Il Papa a Redipuglia: «Questa è l'ora del pianto»

13/09/2014  "L'umanità ha bisogno di piangere per tuttii caduti della 'inutile strage, per tutte le vittime della follia della guerra, in ogni tempo", dice papa Francesco al Sacrario di Redipuglia commemorando gli oltre centomila morti della Prima guerra mondiale qui sepolti.

La follia della guerra, l’indifferenza dell’umanità. «Su questo cimitero, aleggia il motto beffardo della guerra: "A me che importa?". Tutte queste persone, i cui resti riposano qui, avevano i loro progetti, i loro sogni…, ma le loro vite sono state spezzate. L’umanità ha detto: "A me che importa?"». Il Papa arriva al Sacrario di Redipuglia per commemorare le vittime della Prima guerra mondiale. Un momento di lutto, di memoria. Ma anche un’occasione per condannare, ancora una volta «la guerra come follia», e richiamare ciascuno alle sue responsabilità. Il Papa richiama l’ombra di Caino: «La guerra distrugge. Distrugge anche ciò che Dio ha creato di più bello: l’essere umano. La guerra stravolge tutto, anche il legame tra fratelli. La guerra è folle, il suo piano di sviluppo è la distruzione: volersi sviluppare mediante la distruzione!», dice il Papa.

E spiega: «La cupidigia, l’intolleranza, l’ambizione al potere… sono motivi che spingono avanti la decisione bellica,
e questi motivi sono spesso giustificati da un’ideologia; ma prima c’è la passione, c’è l’impulso distorto. L’ideologia è una giustificazione, e quando non c’è un’ideologia, c’è la risposta di Caino: "A me che importa?", “Sono forse io il custode di mio fratello?”.
La guerra non guarda in faccia a nessuno: vecchi, bambini, mamme, papà… "A me che importa?"». Piove in Friuli Venezia Giulia, piove sul Sacrario, piove su questi 32 scaloni che conservano le spoglie dei 40mila morti riconosciuti, mentre oltre 60mila sono rimasti senza nome. «Dopo aver contemplato la bellezza del paesaggio di tutta questa zona, dove uomini e donne lavorano portando avanti la loro famiglia, dove i bambini giocano e gli anziani sognano… trovandomi qui, in questo luogo, trovo da dire soltanto: la guerra è una follia», dice il Papa. E, oggi come allora, oggi che ci troviamo a vivere «una terza guerra combattuta "a pezzi", con crimini, massacri, distruzioni…», dobbiamo constatare che l’umanità continua a girarsi dall’altra parte. «A essere onesti», dice il Papa, «la prima pagina dei giornali dovrebbe avere come titolo: "A me che importa?".

Caino direbbe: “Sono forse io il custode di mio fratello?”». Ed è l’ombra di Caino che aleggia, dalla prima guerra mondiale fino ai giorni nostri: «Anche oggi le vittime sono tante… Come è possibile questo?», si chiede papa Francesco. «È possibile perché anche oggi dietro le quinte ci sono interessi, piani geopolitici, avidità di denaro e di potere, e c’è l’industria delle armi, che sembra essere tanto importante! E questi pianificatori del terrore, questi organizzatori dello scontro, come pure gli imprenditori delle armi, hanno scritto nel cuore: "A me che importa?"». Il Papa aggiunge: «Con quel "A me che importa?" che hanno nel cuore gli affaristi della guerra, forse guadagnano tanto, ma il loro cuore corrotto ha perso la capacità di piangere. Quel "A me che importa?" impedisce di piangere. Caino non ha pianto. L’ombra di Caino ci ricopre oggi qui, in questo cimitero. Si vede qui. Si vede nella storia che va dal 1914 fino ai nostri giorni. E si vede anche nei nostri giorni». E chiede a tutti di convertirsi, di passare da quel "A me che importa?" al pianto. «E' proprio dei saggi riconoscere gli errori, provarne dolore, pentirsi, chiedere perdono e piangere».

Al termine della messa, con l'aiuto dell'ordinario militare mosnignor Santo Marcianò, il Papa ha consegnato agli ordinari militari presenti e ai vescovi, molti dei quali provenienti dai Paesi belligeranti della prima guerra mondiale, le lampade del Sacro convento di Assisi, le stesse consegnate anche ai leader religiosi convocati ad Assisi . Sulla base la scritta "dove sono le tenebre fa che io porti la luce". Ad alimentarle l'olio prodotto sui terreni di Sicilia e Puglia confiscati alle mafie dalle cooperative di Libera, di don Luigi Ciotti.
Al Papa sono stati regalati un altare da campo della prima guerra mondiale, il cappello piumato dei bersaglieri, da parte dei genitori di Giuseppe La Rosa, il militare itiliano ucciso l'8 giugno del 2013, e il foglio matricolare del nonno di papa Bergoglio, Giovanni, che ha combattutto sull'Isonzo.

Multimedia
La follia della guerra
Correlati
I vostri commenti
8
scrivi

Stai visualizzando  dei 8 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 57,80 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    I LOVE ENGLISH JUNIOR
    € 69,00 € 49,90 - 28%