logo san paolo
domenica 26 giugno 2022
 
 

Rinnovare la casa con i tessuti

30/01/2012  Fantasie floreali e colori che possono essere imitati anche dai rivestimenti alle pareti

Tende, cuscini, rivestimenti: il tessuto decora e arreda la casa, dando un tocco di originalità e colore. Per chi vuole cambiare l’aspetto di una stanza senza dover acquistare nuovi arredi o spendere cifre notevoli, giocare sui tessuti è una soluzione veloce, poco invasiva e attenta al portafoglio. Basta mettere nuovi cuscini sul divano, o far rivestire una poltrona ormai logora, per avere un soggiorno sempre attuale. Lo stesso vale in camera: un nuovo copriletto, qualche accessorio in tessuto, tende colorate e subito sembra un’altra stanza. Il momento ideale per pianificare questi cambiamenti è proprio l’inverno, così da essere pronti a primavera quando, a radiatori spenti, diventa più semplice rivestire la propria casa con nuovi colori, magari abbinandoli a tonalità studiate su misura anche per le pareti.

Linee in movimento e tinte sgargianti caratterizzano nuvole e girandole della collezione Colourismo di Fortuny. Tessuti stampati utilizzando soltanto tinture naturali e polveri minerali, con disegni stilizzati che puntano sui colori forti, dal verde al blu, dal rosa al nero, ma anche oro e argento. L’azienda veneziana utilizza solo cotone egiziano e tinture derivate da sostanze organiche, talvolta con aggiunta di minerali per ottenere l’effetto oro e argento. I disegni arabescati si ispirano alla tradizione veneziana del Settecento e si affiancano a linee più stilizzate e moderne.

Tessuti e carta da parati in una vasta scelta di colori sono proposti da Dedar. Le nuove collezioni contano 50 varietà di tessuti e 400 tonalità di colore. Lini, velluti, ma anche speciali tessuti ignifughi adatti a qualsiasi ambiente si trovano nelle più disparate fantasie. In particolare il lino viene ricamato con filati ritorti e lucenti, tramato di juta viene stampato con grandi pennellate disomogenee e per la prima volta viene ordito e intrecciato a strisce di cuoio tecnologico, così da ottenere un effetto nuovo e sorprendente. Accanto alla tradizione dei grandi damascati troviamo la riscoperta di tutte le tecniche tradizionali cime ricamo, piccolo punto e jacquard.

Se ad aver bisogno di una rinfrescata è invece il bagno e si hanno in programma lavori di ristrutturazione, è possibile giocare su piastrelle che sembrano veri e propri tessuti. Rivestimenti in ceramica che riportano ampi motivi geometrici o floreali, contrasti di chiaro/scuro e lucido/opaco capaci di dare alla parete un effetto di grande omogeneità ed eleganza. Micro boccioli e macro corolle, ramages a rilievo o pattern regolari, i fiori sono la caratteristica principale delle proposte di Settecento, soprattutto nei toni dal bianco al nero e nelle varie sfumature di grigio. Ma anche un richiamo alla natura, con i colori dei boschi della collezione Visionnaire dove grandi geometrie floreali si intrecciano a rami stilizzati.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo