logo san paolo
mercoledì 01 dicembre 2021
 
Stasera in Tv
 

Riparte la caccia al nuovo talento canoro con The voice of Italy

22/03/2018  Intervista su Famiglia Cristiana a Francesco Renga, uno dei coach del talent canoro che riparte stasera su Rai 2 alle 21,20

«Il mio intento è di mettere a disposizione dei giovani talenti la mia esperienza. È fondamentale per chi è agli esordi trovare persone che ti accompagnano. The Voice è solo il punto di partenza e io sento una grossa responsabilità come coach». Così dichiara il cantante Francesco Renga a Famiglia Cristiana nell’intervista sul numero in edicola che esce in contemporanea con la prima puntata  alle 21.20 su Rai2 e Radio2  di The Voice of Italy, il talent show che ha conquistato mezzo miliardo di spettatori in tutto il mondo. Avrà una veste totalmente rinnovata e ricca di grandi novità, a partire dal cast e dal meccanismo del format. A tenere le fila delle 8 puntate, arriva alla conduzione Costantino della Gherardesca e, accanto al veterano J-Ax, siederanno in prima fila sulle poltrone girevoli dei coach Al Bano, Francesco Renga e Cristina Scabbia.
I quattro coach che, mai come in questa quinta edizione, appartengono a mondi musicali differenti. Si va dal metal-rock di Cristina Scabbia, leader dei Lacuna Coil, al classico melodico italiano di Al Bano; dal pop-rock di Francesco Renga fino al gradito ritorno del rap/hip-hop di J-Ax.  I quattro grandi artisti italiani, conosciuti in tutto il mondo, stanno affilando le loro armi per contendersi la nuova voce italiana che sappia imporsi oltre i confini nazionali.
Grandi novità anche nella dinamica di gara. L’edizione 2018 di The Voice of Italy sarà più snella e avvincente: 4 delle 8 puntate saranno dedicate alle “Blind Auditions”, le ormai iconiche “audizioni al buio” che si svolgeranno in uno studio completamente rinnovato. In questa prima fase saranno 100 gli aspiranti talenti musicali che, accompagnati da un’orchestra live, tenteranno di conquistare i quattro coach, ma solo 48 di loro, 12 per team, arriveranno ai “Knock Out”. In questa seconda fase, i talenti di ciascuna squadra si sfideranno fra loro con un cavallo di battaglia e solo i 16 rimasti, 4 per team, accederanno alla “Battle”, l’ultima fase eliminatoria. A questo punto spetta a ciascun coach l’arduo compito di scegliere l’unico rappresentante del proprio team che, nell’ultima puntata, sarà sottoposto al giudizio del pubblico a casa. La spettacolare finale in diretta, prevista per martedì 8 maggio 2018, sarà un evento unico, pieno di sorprese, con super ospiti e grande musica. I finalisti, accompagnati da un corpo di ballo e da un’orchestra di 13 elementi, verranno votati in diretta dal pubblico che potrà interagire e sentirsi parte dello spettacolo attraverso tutti i social network e al web. Saranno infatti proprio gli spettatori a casa a determinare il vincitore assoluto di the Voice of Italy 2018, che si aggiudicherà un contratto discografico con Universal Music Italia. The Voice, format internazionale creato da John de Mol tra i più visti al mondo e in onda in ben 62 Paesi.

I vostri commenti
2

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo