logo san paolo
sabato 23 ottobre 2021
 
 

Salvare la Grecia, dilemma tedesco

06/07/2011  La Corte costituzionale deve decidere se bocciare o meno gli interventi. Forse non lo farà, ma porrà dei paletti. Il rischo di conseguenze sull’euro

La Corte costituzionale tedesca di Karlsruhe ha cominciato ieri ad esaminare 15 reclami presentati da diversi accademici e politici del Paese (in origine le querele erano circa 50). I querelanti sostengono che i versamenti per Grecia, Irlanda e Portogallo eseguiti nell'ultimo anno violerebbero la clausola di non salvataggio dell'Unione Europea, secondo la quale né l'Ue né alcun altro membro può farsi carico delle responsabilità dei singoli governi. Un querelante, il professore di diritto Karl-Albrecht Schachtschneider, ha dichiarato esplicitamente che l'euro ha fallito e che spera che la Corte rifiuterà un sistema «che porterà non solo al disastro economico, ma anche all'instabilità politica in Germania e in tutta Europa». 
«A Karlsruhe non si discuterà del futuro dell'Europa, che spetta ai politici», ha dichiarato la presidente della Corte Andreas Vosskuhle. «Noi dobbiamo considerare i limiti imposti dalla Costituzione al regno della politica». 
Secondo la maggior parte dei costituzionalisti tedeschi, è poco probabile che la Corte bloccherà la partecipazione del governo a tutti i salvataggi o che lo costringerà a venire meno agli impegni presi. In molti, però, si aspettano l'imposizione di condizioni più restrittive per gli aiuti futuri. 
La decisione è così delicata che il ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble si è presententato alla prima sessione, sostenendo che la scelta del governo Merkel di impegnare i fondi di salvataggio «era necesaria e giusta», uno strumento per salvaguardare l'euro. «Non stiamo solo difendendo l'unità europea, il mercato e la moneta comune, ma il benessere e la sicurezza sociale delle persone che vi fanno parte», ha aggiunto. 
Insieme al fondo monetario internazionale, l'Ue ha approvato pacchetti di salvataggio verso Grecia, Irlanda e Portogallo, dall'anno scorso, per un totale di 273 miliardi di euro.

Tag:
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%