logo san paolo
sabato 27 novembre 2021
 
 

Salvini: ma il suo torso nudo non è peggio della bandana

04/12/2014  Come la "canotta" di Bossi e la Bandana di Berlusconi, le foto a petto nudo fanno il leader moderno. In più, Salvini è pure abile.

Matteo Salvini (Reuters).
Matteo Salvini (Reuters).

Chi si stupisce, o addirittura si scandalizza, per il Matteo Salvini desnudo sulla copertina dei giornali, ha molte buone ragioni ma un grosso torto: non ha in mente l'Italia di questi ultimi decenni. Il petto non particolarmente tonico e l'ascella invece particolarmente villosa del leader della Lega Nord hanno molti precedenti, quasi sempre di gusto non migliore.

Qualche esempio? La canottiera di Umberto Bossi (correva l'anno 1994). La bandana del cavalier Berlusconi (anno 2004). Per non dire, più seriamente, la pletora di vallette e stelline di cinema e Tv che, un mese dopo aver smesso di mostrare le cosce sugli schermi, andavano a occuparsi di giustizia o agricoltura in Parlamento o a Bruxelles. Cattivo gusto prima e dopo, in Tv e in politica.

Più di recente, qualche candidata ha buttato là, quasi come una referenza, la propria frequentazione dell'estetista, dandio anche la ceretta in pasto al pubblico/elettori.

"Così va spesso il mondo... voglio dire, così andava nel secolo decimo-settimo" (Promessi Sposi), avrebbe detto Alessandro Manzoni col suo sottile senso dell'ironia. Quindi, aggiungerei io, inutile cadere dal pero proprio col leader della Lega.

Il quale, se proprio vogliamo dirla tutta, è pure piuttosto abile. Sa parlare, soprattutto quando è necessario non dire nulla di concreto. E si è buttato con tempismo da maestro nel buco politico lasciato dal declino di  Forza Italia e dal disastro emotivo prodotto dall'Unione europea guidata da quell'inconcludente di Barroso. In altre parole, Matteo Salvini è un politico perfettamente contemporaneo. Accusarlo di cattivo gusto, semplicemente, non ha senso. Quello di Salvini, buono o cattivo che ci paia, è il gusto dell'epoca.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo