logo san paolo
mercoledì 19 gennaio 2022
 
 

Santa Marta, migliaia di richieste

22/01/2014  In molti desiderano partecipare alla Messa del mattino celebrata da papa Francesco. I posti, però, sono pochi: una cinquantina appena, la metà dei quali riservati ai fedeli delle parrocchie romane.

Sono tante, troppe, le richieste che arrivano da ogni parte d’Italia e del mondo per partecipare alla Messa del mattino che il Papa celebra a Santa Marta. Nella piccola cappella, appena una cinquantina di posti, 25 sono stati riservati alle parrocchie romane. Papa Francesco, infatti, avrebbe voluto visitarle tutte. Impresa impossibile visto il gran numero di comunità presenti nella capitale.

Ogni mattina, allora, 25 fedeli scelti e accompagnati dai loro parroci (in accordo con il cardinale vicario di Roma Agostino Vallini) partecipano alla Messa. Per gli altri 20, 25 posti si può inviare richiesta direttamente alla segreteria del Papa. Sapendo però che ci sono già migliaia e migliaia di richieste e, dunque, è difficile  se non impossibile pensare di ottenere risposta.

I vostri commenti
23

Stai visualizzando  dei 23 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo