logo san paolo
mercoledì 16 giugno 2021
 
Ci ha lasciato Massimo Paolicelli
 

«Sarebbe bello dedicargli un F-35 in meno»

02/11/2013  È il desiderio della moglie. «Mi ha detto di dirvi che è sereno», ha aggiunto, «e ringrazia tutti perchè la sua vita è stata bella, felice e ricca di affetti familiari e di amici. Ha combattuto le battaglie in cui credeva». Ecco chi era Massimo Paolicelli, nelle parole di don Renato Sacco, coordinatore nazionale di Pax Christi.

È morto a Roma Massimo Paolicelli, dopo una malattia vissuta con molta serenità. Era nato nel 1965. Era un amico, un obiettore nonviolento, un costruttore di pace.

A lui dobbiamo molto noi di Pax Christi e tutto il popolo della pace. Non ci sarebbero state molte campagne (disarmo, No F35, ecc ) senza il suo prezioso contributo. Lo abbiamo incontrato al convegno per i 40 anni della legge sull’obiezione di coscienza. Come ultimo contributo ha curato il dossier di Mosaico di pace, del mese di luglio.

Sua moglie oggi ha critto: “Massimo non c'è più. Mi ha detto di dirvi che è sereno e ringrazia tutti perchè la sua vita è stata bella, felice e ricca di affetti familiari e di amici. Ha combattuto le battaglie in cui credeva. Non vuole fiori, chi vuole può contribuire alle sue battaglie: un contributo ad Antea perchè la vita va vissuta fino all'ultima goccia, o un contributo a Sbilanciamoci o a Rete Italiana Disarmo. Sarebbe bello dedicargli un F35 in meno. Come diceva lui: Saluti di pace. Dora”.

Massimo, grazie! Grazie di tutto: dell'amicizia, della serietà e dell'umiltà con cui hai dato un grande contributo alla nonviolenza, perché tu eri nonviolento davvero, un uomo di Pace... quella vera, grande, profonda che dà il senso alla vita. Ancor di più oggi che, per chi crede, è un giorno di Festa, di vita, di speranza.

Massimo Paolicelli. Nella foto di copertina, Massimo (il primo a sinistra)  insieme a padre Alex Zanotelli, Flavio Lotti e altri esponenti del mondo pacifista.
Massimo Paolicelli. Nella foto di copertina, Massimo (il primo a sinistra) insieme a padre Alex Zanotelli, Flavio Lotti e altri esponenti del mondo pacifista.

Il libro dell’Apocalisse oggi parlava di “una moltitudine immensa di ogni nazione, razza, popolo e lingua. Tutti stavano in piedi davanti al trono e davanti all'Agnello” (non davanti al trono dei potenti, come diceva don Tonino Bello all’Arena di Verona).

Si, possiamo dirlo, tu Massimo ci hai insegnato a stare in piedi per costruire la pace, in cammino, a lottare con forza e mitezza. E molta umanità. Perché credevi e vivevi la nonviolenza.

Sei stato un mite. Grazie!

Multimedia
Chi occupa il posto dei disabili?
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%
PAROLA E PREGHIERA
€ 33,60 € 33,50
VITA PASTORALE
€ 29,00
GAZZETTA D'ALBA
€ 62,40 € 53,90 - 14%