Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 13 aprile 2024
 
 

Comuni e Governo, sconti in farmacia

19/05/2012  Grazie a un accordo tra Anci e ministero per l'Integrazione, da giugno una serie di sconti nelle farmacie comunali sui prodotti per la prima infanzia.

Partirà dal 1 giugno, con una prima fase sperimentale, la campagna per la riduzione dei prezzi dei prodotti per la prima infanzia attraverso la rete delle farmacie comunali. “I Comuni investono sul futuro delle proprie comunità, un segnale concreto a sostegno delle famiglie a partire dai territori”.


A dichiararlo è Lorenzo Guerini, delegato dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) al Welfare. “L’Anci da sempre convinta che le politiche a favore della famiglia non rappresentino un ambito residuale della vita delle amministrazioni comunali, ma un volano per lo sviluppo delle comunità locali, ha raccolto l’invito del ministro Riccardi, incontrando da subito la disponibilità di A.S.So.Farm, la rete delle farmacie comunali”.

L’anomalia tutta italiana di una maggiorazione elevata, rispetto ad altri Paesi europei, sui principali prodotti per la prima infanzia, primi tra tutti latte e pannolini, e la coscienza delle difficoltà che le famiglie italiane, soprattutto le giovani coppie con figli piccoli stanno vivendo, è alla base dell’iniziativa. “I Comuni", sottolinea Graziano Delrio, presidente dell’Anci, "già fortemente penalizzati dai pesanti tagli dei trasferimenti statali, si sono resi ancora una volta protagonisti di una scelta coraggiosa a sostegno dei cittadini perché su figli e genitori non gravi una tassa occulta iniqua e ingiustificata”. 

La campagna, sperimentale fino al 31 dicembre 2012, prevede il coinvolgimento di quasi 500 comuni nei quali sono distribuite oltre 1.500 farmacie comunali. Entro il mese di giugno l’Anci individuerà, insieme al ministero per l’integrazione guidato da Riccardi e ad A.S.So.Farm il paniere di prodotti che potranno fruire di uno sconto di circa il 30%. Le famiglie potranno così acquistare pannolini, latte artificiale e altri prodotti di largo uso ad un prezzo ridotto di circa un terzo. Da giugno quindi al via il progetto che coinvolgerà in una prima fase le farmacie comunali anche se, come ha sottolineato Federfarma, la proposta potrebbe essere estesa anche alle farmacie private.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo