logo san paolo
lunedì 25 ottobre 2021
 
SCUOLA
 

Comincia il ballo dei docenti

11/09/2017  Oggi in alcune regioni si torna sui banchi di scuola. Ma ancora molti istituti non hanno completato il corpo insegnanti. La scorsa settimana infatti, in alcuni consigli di classe di scuole medie del Nord, soltanto due i professori presenti, otto le sedie vuote. Carenze soprattutto tra docenti di sostegno, matematica e lingue. Secondo i sindacati sono almeno 100.000 i precari.

I primi a tornare sui banchi di scuola quest’anno sono stati gli studenti della provincia autonoma di Bolzano lo scorso 5 settembre. A partire da oggi 11 settembre, e a seguire nei prossimi giorni della settimana, saranno oltre 8 milioni e seicentomila i ragazzi e le ragazze dell’intero Stivale che ascolteranno nuovamente il suono della campanella. Insieme a loro oltre 800 mila docenti, secondo i dati del Ministero dell’Istruzione. Molti dei quali ancora precari. Nei primi giorni di settembre, durante le riunioni di programmazione tra insegnanti, la perplessità ha regnato sovrana: in alcuni consigli di classe di scuole medie del Nord, infatti, soltanto due i professori presenti, otto le sedie vuote. Da programmare, in effetti, c’era ben poco. Carenze soprattutto tra docenti di sostegno, matematica e lingue.

Le stime dei sindacati parlano di almeno centomila supplenti in tutto. Basta una semplice addizione: delle 52 mila assunzioni promesse dal Miur entro agosto, soltanto 30 mila sono andate a meta, causa graduatorie ad esaurimento esaurite e scarso numero di vincitori dell’ultimo concorso a cattedra. Quindi 22 mila i posti da assegnare. A questi si aggiungono 15 mila cattedre che dovevano essere destinate all’organico di diritto, dunque necessitare di docenti immessi in ruolo, e invece sono rimaste meta dell’organico di fatto, cioè dei precari, per mancata copertura finanziaria. Da sommare  ancora i 40 mila posti di sostegno in deroga, cioè resi necessari soltanto a inizio anno scolastico in seguito alle sentenze dei tribunali mosse dai ricorsi delle famiglie. Per finire i 10 mila professori che avranno spezzoni di cattedra e i 13 mila che chiederanno part-time, congedi, aspettative familiari o che faranno un dottorato di ricerca. I conti tornano. Per restringere la visuale, saranno circa 15 mila i supplenti che quest’anno lavoreranno nelle scuola lombarde.

Intanto fervono i lavori nelle segreterie, alle prese con nomine da effettuare e graduatorie di seconda e terza fascia del triennio 2017/2020 ancora non definitive. In mancanza d’altro, dunque, due le soluzioni attualmente in atto: nominare dalle liste del triennio precedente oppure da quelle nuove ma provvisorie. In entrambi i casi il risultato non cambia: i precari arriveranno sì in aula, ma per pochissimo tempo, fino all’avente diritto, cioè fino a quando non si potrà dare l’incarico al legittimo destinatario. Col risultato di un balletto di docenti nel giro di qualche settimana. Sarà la danza dei più precari tra i precari, sotto gli occhi dei poveri malcapitati studenti. 

Oggi puoi leggere GRATIS Famiglia Cristiana, Benessere, Credere, Jesus, GBaby e il Giornalino! Per tutto il mese di agosto sarà possibile leggere gratuitamente queste riviste su smartphone, tablet o pc.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%