logo san paolo
sabato 25 giugno 2022
 
Situazioni limite
 

Se il marito si "raffredda" perché... ha un altro!

10/09/2017 

Aspettavo mio marito per Ferragosto, in Puglia. Non è venuto. Ha detto che l’azienda (lui la chiama pomposamente così, ma è una dittarella da quattro soldi) ha ancora bisogno di lui; il figlio grande – 17 anni – mi ha guardato con commiserazione. «Ma non ti sei accorta che ha l’amico?!». Sono desolata, non so cosa fare.

MICHELA

— E siamo desolati anche noi, cara Michela! L’amico – come insinua tuo figlio – indica un rapporto omosessuale. La nostra riflessione, allora, prende due strade, per quanto dolorose. La prima: com’è che tu non ti sei accorta di nulla? Nella lettera ci racconti che lui ultimamente si è molto “raffreddato” anche sessualmente e tu hai sempre attribuito questo allo stra-lavoro per la ditta. E ora questo “vuoto” (lui non scende nel vostro appartamento in Puglia per fare Ferragosto con la famiglia) non solo ti fa sentire quel “vuoto” assai più profondo, ma «irrimediabile», come dici. Lo capiamo bene: ti senti sconvolta, ma questo potrebbe farti riflettere sul fatto che un matrimonio non va lasciato a sé stesso, come una sorta di “bene immobile” che si dà per scontato; la relazione d’amore si cura, cara Michela! La domanda «Che cosa posso fare perché il mio amore fiorisca?» non è una domanda inutile, anzi; il patto a due va coltivato come un fiore prezioso, ma nella direzione giusta: non in quella scontata monotona del “che cosa ci posso fare”? Questo periodo di vuoto può aiutarti a chiarire che cosa vuoi fare per coltivare il tuo amore. E a questo punto la prima cosa non è sbattergli in faccia le tue supposizioni, ma chiedergli: «Che cosa siamo noi due? Una coppia? Che cosa stiamo facendo per la nostra coppia?». Lo devi a te stessa questo chiarimento, cara Michela! E se lui mostra ancora interesse vero per il vostro matrimonio, prova a “coltivarlo”. Anzitutto con la fiducia. La seconda riflessione verte sull’insinuazione di tuo figlio diciassettenne che il papà intrattenga con l’amico un rapporto omosessuale; evidentemente, questo giovane figlio è chiamato in causa dalla tua disperazione. Da una parte si mette in stato d’accusa verso il padre e dall’altra vuole aprirti gli occhi. Ciò che ne ricava è una grande amarezza, uno sconforto che rischia di essere troppo pesante per le sue giovani spalle. Immaginiamo che tu l’abbia “tirato dentro” con la tua delusione per l’assenza del padre. Michela, fuori i figli dal rapporto di coppia! Ti conviene dirgli: «Questa è una cosa che riguarda solo noi due, caro figlio! Sta’ sicuro che chiarirò con mio marito, il quale in ogni caso rimane tuo padre!». Auguri!

Oggi puoi leggere GRATIS Famiglia Cristiana, Benessere, Credere, Jesus, GBaby e il Giornalino! Per tutto il mese di agosto sarà possibile leggere gratuitamente queste riviste su smartphone, tablet o pc.

I vostri commenti
39

Stai visualizzando  dei 39 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo