Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 13 aprile 2024
 
 

Cosa cambia se l'Uganda pedala

08/05/2013  In occasione del Giro d'Italia 2013, il Comune di Gabicce Mare promuove una raccolta di bici per Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo

Mentre lungo le strade italiane si allunga il "serpentone" del Giro d'Italia, il Comune di Gabicce Mare (PU), usando come pretesto la cronometro dell'11 maggio, promuove la campagna "La tua bici per l'Africa", a sostegno di Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo: l'obiettivo è raccogliere il maggior numero possibile di biciclette che l'organizzazione si impegnerà a distribuire nei prossimi mesi alle fasce più bisognose del popolo ugandese, sia nella capitale Kampala che nell'arida regione nord-orientale del Karamoja.


Un gesto semplice e curioso che porta con sé un cambio radicale e concreto di prospettiva: la bici è un mezzo di trasporto fondamentale che consente di accorciare i tempi di percorrenza, diminuisce la fatica e offre l'opportunità di trasportare maggiori carichi di cibo e acqua. Prime beneficiarie, dunque, le donne che non dovranno più sottoporsi a interminabili camminate con il peso di bambini e per raggiungere un pozzo o un mercato. E ancora, i medici che avranno un mezzo "insolito" per raggiungere più rapidamente i pazienti, e gli studenti, per i quali ci si augura si riuscire a favorire e consolidare la frequenza scolastica. 

Le bici raccolte, anche usate purché in buono stato, diventeranno, dunque, il "motore" di un rilancio dell'economia locale e saranno trasportate e consegnate in loco personalmente dagli operatori e dai volontari di Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo non appena i container giungeranno a destinazione.

La campagna ha un ulteriore risvolto: la visual e performing artist Erika Calesini ha infatti creato un'opera d'arte intitolata "Gold for Africa". Si tratta di una scultura rivestita in creta che ha come soggetto, ovviamente, la bicicletta e verrà presentata in diverse località in cui sono presenti gruppi di volontari di Africa Mission - Cooperazione e Sviluppo che, per quanto possibile, cercherà di seguire il percorso del Giro d'italia. In ognuna delle tappe, l'opera sarà messa all'asta per finanziare l'invio delle biciclette in Uganda e diventerà il centro di iniziative collaterali di solidarietà.


In particolare, mercoledì 8 maggio, presso la trattoria Guaiane di Noventa di Piave (Venezia) verrà organizzata una cena-evento alla presenza dell'artista Erika Calesini. Testimonial d'eccezione, l'ex campione dei pedali Moreno Argentin, uno che ha contribuito a scrivere la storia del Giro d'Italia segnando alcune delle pagine più importanti del ciclismo italiano.

Si replica venerdì 17, con l'esposizione, e lunedì 20, con la cena solidale, presso Il Barino di Piacenza.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo