Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 17 aprile 2024
 
Mamma esigente
 

«Se mio figlio porta a casa meno di un 9 mia moglie fa una tragedia... io penso alla separazione»

24/11/2023  «Mio figlio studia, porta a casa buoni voti, è impegnato negli scout. Ma per mia moglie niente è mai abbastanza. Lei ha due lauree, un lavoro importante. Se Davide ha risultati meno che eccellenti sono rimbrotti aspri perché non studia, punizioni, musi lunghi e silenzi per giorni. Una vita impossibile, sto pensando di separarmi.» Leggi la risposta di Fabrizio Fantoni psicologo

Scusi lo sfogo. Esco dall’ennesima discussione con mia moglie per la pressione che fa su nostro figlio Davide di 18 anni per la scuola. Lui è quel che si definisce un bravo ragazzo.

Studia, porta a casa buoni voti, è impegnato negli scout. Certo, ha la sua età, non sempre è ordinato in camera, qualche volta esce con gli amici e magari torna a mezzanotte e mezzo, ma sempre avvisandoci: sono piccole mancanze, ma per mia moglie sono gravi.

Per lei niente è mai abbastanza, soprattutto per la scuola. Lei ha due lauree, un lavoro importante. Davide frequenta il liceo, e se porta a casa meno di un 9 sono tragedie: rimbrotti aspri perché non studia, punizioni, musi lunghi e silenzi per giorni. Una vita impossibile, e io sono esasperato, sto pensando di separarmi.

ROBERTO

 

Risposta di Fabrizio Fantoni 

Caro Roberto, il tono accorato della lettera esprime il malessere che si vive in questa famiglia. Per quale motivo tua moglie nutre aspettative così alte? Sembrerebbe che facciano parte di uno stile che lei ha acquisito nella propria famiglia di origine, tutta concentrata sull’eccellenza e sul merito. E forse non ha ancora preso le distanze da quel modello così centrato sul dovere ai più alti livelli.

Una severità accecante, che le impedisce di vedere quanto Davide stia crescendo come uomo, e non solo come studente di oggi e lavoratore di domani. Sarebbe inutile però addebitare la situazione solo a tua moglie, incolpandola per le sue richieste eccessive. Da quanto scrivi, mi sembra che sia diffi cile per te rivendicare uno spazio educativo nella coppia, che ponga anche dei chiari limiti alle sfuriate di tua moglie.

Forse bisogna ripartire da qui, magari con il supporto di un esperto, perché tu possa acquisire maggiore assertività e voi recuperiate un migliore equilibrio di coppia. E magari favorisca anche una presa di coscienza in tua moglie di alcuni nodi irrisolti della sua storia personale.

 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo