logo san paolo
lunedì 27 giugno 2022
 
dossier
 

"Se potessi dir messa sull'altare di quel cimitero dimenticato"

10/09/2020  Don Bruno Trapè ha trovato nel 1996, per caso, la tomba di suo padre nel cimitero militare italiano d'onore di Amburgo, dove sono sepolti altri 5.839 soldati.

Un testo che ricorda il cimitero di Amburgo
Un testo che ricorda il cimitero di Amburgo

Scrivo per mettere in luce una realtà poco conosciuta se non dimenticata: ad Amburgo (Germania) c'è il "Cimitero Militare Italiano d'Onore" che custodisce le spoglie di 5.839 nostri soldati.  C'è una croce e un altare, ma penso che mai nessuno vi abbia celebrato messa. Solo nel 1996 sono venuto a conoscenza, per puro caso, di questo cimitero e mi sono messo subito alla ricerca della tomba di mio padre,  Trapè Alfredo, che è deceduto nel campo di concentramento tedesco di Bergen Belsen il 27 Gennaio 1945, ufficialmente per "paralisi cardiaca" ma in realtà di fame, come mi hanno testimoniato alcuni sopravvissuti. Subito sono partito, insieme a mia sorella, alla ricerca della tomba di nostro padre e l'abbiamo trovata dopo un lungo e avventuroso viaggio.

   Penso che il Governo Italiano doveva avere maggiore attenzione e rispetto nei confronti dei famigliari dei caduti in guerra informandoli tutti della esumazione dei loro cari dai luoghi di prima sepoltura e del successivo trasferimento nel cimitero di HAMBURG (Hauptfridhof Ojendorf) avvenuto nel 1959. Mio desiderio è poter celebrare in questo anniversario  il mio 50° di  ordinazione sacerdotale sull'altare di quel cimitero dimenticato.

don Bruno Trapè

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo