Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 20 aprile 2024
 
Crescere leggendo
 

Sempre più asili nido potranno ricevere i libri con Ioleggoperché

19/06/2023  Torna per l'ottava edizione l'iniziativa nell'Aie che a novembre permette, tramite il gemellaggio delle scuole con le librerie, di fare donazioni per le biblioteche scolastiche. Dallo scorso anno il progetto è esteso anche ai nidi, che sono diventati 330. Le scuole possono iscriversi da subito

Da otto anni, grazie all’iniziativa dell’Aie, le scuole di ogni ordine e grado di tutta Italia che si iscrivono a #ioleggoperché possono accedere alla donazione di libri da parte di privati e degli editori. Dallo scorso anno l’iniziativa è stata estesa anche ad alcuni nidi, che quest’anno sono ben 330 nidi (+ 35% rispetto allo scorso anno) selezionati nei contesti fragili della Lombardia e delle province piemontesi di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola (ambito di lavoro di Fondazione Cariplo).

In programma dal 4 al 12 novembre (ma le scuole devono iscriversi ora) , #ioleggoperché ha rinnovato radicalmente il patrimonio librario delle biblioteche scolastiche italiane con quasi 2,5 milioni di libri nuovi in sette anni in tutta Italia. Un bisogno più che mai attuale se si considera che più di un quarto delle scuole italiane che hanno partecipato al progetto negli anni scorsi dichiarava di non avere ancora al proprio interno una biblioteca scolastica prima dell’arrivo dei libri di #ioleggoperché 

 
«Leggere è un’attività che stimola la creatività ed è indispensabile nella crescita e nella formazione dei ragazzi, fin dalla prima infanzia. Ci fa confrontare con un autore, riflettere, utilizzare l’immaginazione e i dati dimostrano che la consapevolezza degli studenti italiani dell’importanza della lettura è forte e radicata. In un’epoca caratterizzata dalla necessità di governare fenomeni come l’intelligenza artificiale e il digitale, l’iniziativa #ioleggoperché contribuisce a valorizzare questa consapevolezza e a orientare i ragazzi nella straordinaria ricchezza che i libri possono offrirci», ha sostentuto il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara.
 
Per i 330 nidi selezionati si conferma una nuova dotazione di dieci titoli, uguali per tutti, donati da AIE e Fondazione Cariplo e individuati da Nati per leggere, da utilizzare durante l'intero anno per sviluppare progetti di lettura con i più piccoli. Inoltre sulla piattaforma di #ioleggoperché, saranno disponibili da novembre e per tutti i nidi italiani, dei video dedicati con spunti didattici e di formazione, a uso di genitori ed educatori, realizzati a cura dell’Osservatorio bibliografico Nati per leggere – il programma di Associazione Culturale Pediatri, Associazione Italiana Biblioteche e Centro per la Salute del Bambino.
 
Continua anche #ioleggoperchéLAB – Calabria, in collaborazione con l’Università della Calabria, attraverso la sua direzione scientifica. L’obiettivo dell’iniziativa è affiancare alcune associazioni culturali del territorio e stimolare la creazione di nuovi modelli di promozione della lettura nelle scuole, proposti a partire proprio dalle realtà locali.
 
Per saperne di più e per iscrizioni: www.ioleggoperche.it
 

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo