logo san paolo
lunedì 13 luglio 2020
 
 

Senza interesse economici non è favoritismo

31/08/2011  Non è obbligato ad astenersi dall'incarico di commissario il professore che abbia co-firmato con uno dei candidati articoli di carattere scientifico

Nepotismi, favoritismi e corruzioni varie: il mondo dei concorsi, specie quelli per pubblici impieghi, finisce spesso sotto i riflettori per anomalie che hanno come conseguenza quella di punire candidati davvero meritevoli. Tra i casi-tipo c'è quello del commissario che è zio, cugino, suocero di qualcuno degli aspiranti al posto indicato dal bando. Il Consiglio di Stato ha preso posizione con la sentenza n. 4782 delineando i contorni di un caso che specie in ambito scientifico accadde frequentemente: quando il commissario e il candidato hanno pubblicato insieme una o più opere non c'è obbligo di astensione del componente dalla Commissione giudicatrice. L'astensione è obbligatoria solo nelle ipotesi di comunanza di interessi economici di misura tale da far emergere il ragionevole dubbio che il candidato venga giudicato non secondo criteri oggettivi ma in base alla conoscenza personale dell'esaminatore. 

Tag:
I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%