logo san paolo
sabato 23 ottobre 2021
 
 

Tavola della Pace, missione Kabul

09/09/2011  Una delegazione della Tavola dell Pace, guidata dal coordinatore Flavio Lotti, si è recata in Afghanistan nel decennale degli attentati alle Torri Gemelle.

Flavio Lotti.
Flavio Lotti.

Cinque giorni a Kabul. Per vedere, conoscere e capire quanto è accaduto in Afghanistan nel decennio che ci separa dagli attentati de l'11 settembre 2001. E' stato questo il senso di una missione compiuta in questi giorni dalla Tavola della Pace.

     Flavio Lotti, coordinatore nazionale della Tavola della Pace, è stato a Kabul insieme a Paul Arpaia (rappresentante delle vittime americane de l'11 settembre), Emanuele Giordana (coordinatore di Afgana), Mario Galasso (assessore alla pace e alla cooperazione della Provincia di Rimini), Andrea Ferrari (assessore alla pace e alla cooperazione del Comune di Lodi), don Tonio Dell'Olio (responsabile internazionale di Libera), Luisa Morgantini (dell'Associazione per la pace), don Renato Sacco (Pax Christi).

     “Purtroppo a Kabul non abbiamo incontrato nessuno convinto che la situazione laggiù stia migliorando”, racconta Lotti a Famiglia Cristiana online. “I miglioramenti”, aggiunge, “sono stati così fragili che rischiano di essere spazzati via. Oggi gli afghani sono stati liberati dalla presenza dei talebani, ma il Paese è in mano a tanti signori della guerra. La presenza occidentale ha aiutato solo fino a un certo punto. Noi italiani, ad esempio, siamo stati bravi a ricostruire le scuole, ma poi non abbiamo formato gli insegnanti, così oggi hanno mano libera i docenti delle scuole coraniche. Perciò il rischio è quello di tornare indietro”.

    La Tavola della Pace è tornata dalla missione a Kabul con delle richieste precise che intende porre al Parlamento e al Governo. “Vogliamo”, dice Lotti, “che si ridefinisca seriamente la politica italiana verso l'Afghanistan. Bisogna pensare a una strategia da attuare una volta che i soldati si saranno ritirati. Chiediamo che almeno il 30% dei 700 milioni di euro spesi ogni anno per la missione militare siano impiegati per interventi nel settore civile, a sostegno della società civile democratica afghana, che esiste e ha bisogno di essere aiutata e incoraggiata. Se dovessi riassumere in uno slogan, direi che dobbiamo passare dalla sicurezza armata alla sicurezza umana”.

     Lotti annuncia anche che alla prossima Marcia Perugia-Assisi per la pace e la fratellanza tra i popoli (prevista domenica 25 settembre) saranno presenti una donna afghana (Liah Jawad) e l'americano Paul Arpaia, che negli attentati di dieci anni fa a New York perse la cugina poliziotta.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 0,00 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 57,80 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
I LOVE ENGLISH JUNIOR
€ 69,00 € 49,90 - 28%