Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 25 maggio 2024
 
L'evento
 

Silvia Romano libera

09/05/2020  Sui social esplode la gioia per la liberazione della cooperante italiana che era stata sequestrata oltre un anno e mezzo fa. Domenica il rientro a casa.

«Silvia Romano è stata liberata! Ringrazio le donne e gli uomini dei servizi di intelligence esterna. Silvia ti aspettiamo in Italia». La notizia della liberazione della volontaria italiana rapita in Kenya ormai oltre un anno e mezzo fa è  arrivata direttamente dal premier Giuseppe Conte prima su twitter  e poi su fb. Dopo un lungo lavoro sul campo della nostra intelligence, un aereo italiano domani dovrebbe riportarla in patria.

Rapita il 20 novembre 2018 nel villaggio di Chakama, a 80 chilometri da Malindi, secondo quanto ricostruito dai Ros e dalla Procura di Roma, era considerata un ostaggio politico ed era tenuta prigioniera in Somalia da uomini vicini al gruppo jihadista Al-Shabaab, l’organizzazione somala affiliata ad Al Qaeda.

E mentre il padre Enzo, ancora incredulo - «finché non sento la sua voce non ci credo al 100 per cento» - , chiede ai giornalisti di «farlo respirare», sui social esplode l’entusiasmo. Tra i primi a rallegrarsi per la liberazione il ministro degli Esteri Di Maio - «è la dimostrazione che lo Stato non lascia indietro nessuno» - il presidente del parlamento europeo David Sassoli - «il rapimento di Silvia è sempre stato una ferita e un dolore. Sapere che è stata liberata riempie di gioia» - mentre Matteo Renzi saluta la famiglia e ringrazia le istituzioni.

Intanto fonti dell’intelligence fanno sapere che la ragazza è al momento in un compound Onu a Mogadiscio.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo