logo san paolo
domenica 27 settembre 2020
 
 

Siria, quanto silenzio sui massacri

17/08/2011  Forte denuncia di Pax Christi per superare l'indifferenza internazionale sulle migliaia di vittime del regime di Bashar el Assad. «Non è vero che non possiamo fare nulla».

«Rompiamo il pesantissimo silenzio che avvolge le migliaia di vittime in Siria». Comincia così un appello di Pax Christi che invita la comunità internazionale a intervenire per fermare la feroce repressione del regime siriano nei confronti della popolazione. «Fermate subito il massacro, liberate i prigionieri politici, intervenite con gli strumenti del diritto internazionale senza ripetere la tragica esperienza libica», chiede Pax Christi.

Tre fermo immagine mostrano il crollo del minareto di una delle principali moschee di Dayr az Zor, colpito e abbattuto da colpi di artiglieria dell'esercito siriano.
Tre fermo immagine mostrano il crollo del minareto di una delle principali moschee di Dayr az Zor, colpito e abbattuto da colpi di artiglieria dell'esercito siriano.



L'appello ricorda il drammatico bilancio della repressione: «Cinquemila tra uccisi e scomparsi, 13 mila prigionieri politici, città sconvolte, popolazione nel terrore, migliaia di profughi, luoghi di culto distrutti». Secondo Pax Christi, «non è vero che non possiamo fare nulla». Ecco gli interventi possibili: un preciso intervento internazionale sotto la guida dell'Onu che attivi una robusta politica di pace utilizzando i numerosi concreti strumenti del diritto internazionale senza ripetere il disastro dell'intervento militare in Libia”; il blocco dell'export militare italiano verso la Siria (“i carri armati dell'esercito siriano usano sistemi di puntamento di ditte italiane”); azioni per sostenere un cambio del sistema politico che garantisca rispetto dei diritto umani e libertà religiosa.

Un siriano manifesta in favore del presidente Bashar el Assad nella città di Deir el-Zour.
Un siriano manifesta in favore del presidente Bashar el Assad nella città di Deir el-Zour.


Sino ad oggi il regime di Bashar el Assad ha spento con durezza i fuochi di rivolta accesi in diverse città del paese: Hama, Latakia, Deir ez-Zor e anche alcuni quartieri della capitale Damasco
. Il regime giustifica la repressione sostenendo che la rivolta è fomentata da “gruppi terroristici”. La comunità internazionale sta facendo pressioni sul regime siriano, ma per il momento non c'è nessuna volontà di intervenire in modo più diretto.

Il Consiglio di sicurezza dell'Onu ha condannato le violenze, ma i toni sono cauti. Resta timida anche la Lega Araba. Più decisa la pressione su Damasco da parte della Turchia e di alcuni Paesi arabi (come l'Arabia Saudita), che hanno richiamato i loro ambasciatori a Damasco. Anche l'Italia ha richiamato l'ambasciatore in Siria, ma l'esempio non è stato seguito da altri paesi europei.

I vostri commenti
2
scrivi

Stai visualizzando  dei 2 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%