logo san paolo
mercoledì 25 maggio 2022
 
 

Madri italiane e africane in uno scatto

18/08/2013  Il Ccm-Comitato di Collaborazione Medica ha unito le forze con Magnum Photos per lanciare un concorso fotografico, i cui vincitori andranno ad arricchire l'anno prossimo la mostra “Sorrisi di madri africane”. E' una delle iniziative che l'Ong porta avanti per assistere 200 mila mamme e 500 mila bambini in Africa.

Il Ccm-Comitato di Collaborazione Medica e Magnum Photos hanno deciso di collaborare insieme per “raccontare” le mamme africane e italiane, attraverso un ponte costituito da fotografie. L'obiettivo: raccontare la tenacia, la tenerezza, la forza e la fragilità delle madri che vivono in Italia e di quelle che vivono in Africa, entrambe dedite ad affrontare quotidianamente gioie e difficoltà.

Per questo l'Ong di Torino e la famosa agenzia fotografica hanno lanciato il concorso fotografico “Sorrisi di madri s'incontrano”. I partecipanti sono invitati a ritrarre momenti di vita, in grado di rappresentare cosa significa essere madre in Italia. Il concorso infatti è collegato alla mostra fotografica “Sorrisi di madri africane” che vede il Ccm, ancora insieme a Magnum Photos, raccontare la situazione di mamme e bambini africani attraverso le immagini di famosi fotografi Magnum nei Paesi dove l'Organizzazione è presente con progetti di cooperazione sanitaria. Da qui il titolo del Concorso.

I sorrisi delle mamme africane ritratte dai fotografi di Magnum Photos incontreranno quelli delle mamme che vivono qui in Italia e che saranno immortalati dai partecipanti al Concorso (saranno selezionate le cinque immagini selezionate dalla giuria). Il termine ultimo per inviare il proprio scatto è domenica 15 settembre 2013.

Un incontro, quello fra mamme in Africa e mamme in Italia, che diventerà più concreto nel 2014, quando la mostra "Sorrisi di madri africane" si arricchirà con i 5 scatti selezionati dalla giuria del concorso, che sarà composta dalla presidente del Ccm Marilena Bertini, dalla direttrice della Magnum Photos Lorenza Bravetta, dalla fotografa Magnum Bieke Depoorter e dal giovane e pluripremiato fotografo Fabio Bucciarelli.

Un progetto per assistere 200 mila mamme e 500 mila bambini

«Il Ccm», spiega la presidente Marilena Bertini, «fondato da un gruppo di medici torinesi, da oltre quarant’anni sostiene processi di sviluppo che tutelano e promuovono il diritto alla salute, con un approccio globale, operando sui bisogni sanitari e influendo sui fattori socio-economici a partire dalla povertà, identificata come la principale causa di mancanza di salute. Si rivolge alle popolazioni più povere e opera nelle aree più svantaggiate del mondo attraverso l’incontro e la collaborazione di persone e comunità in Italia e nei Paesi a basso reddito».

L'Ong interviene attraverso progetti di cooperazione internazionale per sostenere le strutture sanitarie esistenti e per migliorare l’accessibilità e la qualità dei servizi preventivi e curativi, sia a livello ospedaliero che territoriale, anche nelle aree più remote. Garantisce la formazione del personale, l’approvvigionamento di materiale sanitario e di farmaci, l’adeguamento delle strutture e delle attrezzature. Inoltre, promuove attività di sensibilizzazione delle comunità locali. Il Ccm attualmente è presente in Burundi, Etiopia, Kenya, Uganda, Somalia e Sud Sudan.

Il Concorso fotografico si inserisce all'interno della campagna "Sorrisi di madri africane per la salute materna e infantile", lanciata dall'organismo piemontese nel 2011 con l'obiettivo di garantire assistenza durante la gravidanza e il parto a 200 mila mamme e vaccinazione e cure a 500 mila bambini in Africa. In Italia la Campagna ha come obiettivi la sensibilizzazione e la partecipazione della cittadinanza all'impegno per un mondo più equo, in Africa e in Italia.

Nei Paesi in cui opera il Ccm la mortalità materna e quella infantile sono ancora molto alte (ogni 5 minuti muore un bambino di malattie prevenibili e curabili) e necessitano di interventi immediati e strutturati: dal rafforzamento delle strutture sanitarie locali e del personale sanitario, all'abbattimento di barriere fisiche e culturali.

Per conoscere meglio la campagna e come sostenerla: http://www.ccm-italia.org/ita/comunicazione/sorrisi-di-madri-africane.

Il regolamento e il modulo di partecipazione del Concorso si trovano su www.ccm-italia.org.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo