logo san paolo
mercoledì 08 dicembre 2021
 
 

Teatro, il sacro va in scena

20/03/2012  Inizia domani "Crucifixus", festival di drammaturgia religiosa. Diciotto spettacoli in Val Camonica per riscoprire la tradizione con il linguaggio contemporaneo.

Il Teatro Valdoca sarà fra i protagonisti di "Crucifixus".
Il Teatro Valdoca sarà fra i protagonisti di "Crucifixus".

Torna, domani 24 marzo, "Crucifixus", una delle maggiori rassegne italiane di teatro sacro, alla sua quindicesima edizione. I numeri danno le dimensioni di questo festival che, nel tempo, si è radicato nel territorio sapendo coinvolgere le comunità locali attraverso le scritture della contemporaneità: quattro settimane di rappresentazioni, 18 spettacoli, 36 repliche, cinque produzioni del festival, oltre 100 artisti coinvolti e 20 Comuni. "Crucifixus" conferma la sua articolazione in due sezioni: "Terra di Passione", legata ai territori storici del festival, ossia la Valle Camonica e il Sebino, interessando tutti i Comuni coinvolti all'insegna della scoperta delle bellezze artistiche, valorizzate attraverso spettacoli di qualità. La seconda, "Scene sacre in città", in programma dal 18 al 21 aprile, proporrà una produzione del festival dal forte impatto emotivo, Cuore a mille, e gli spettacoli di tre grandi nomi del panorama italiano: il Teatro Valdoca, Lucilla Giagnoni e Silvio Castiglioni.

La missione del festival è, ancora una volta, duplice: riscoprire le tradizioni religiose del territorio, sia nelle forme popolari - feste, processioni, sacre rappresentazioni - sia in quelle più colte - drammi liturgici, sermoni medievali, antiche preghiere; e valorizzare il patrimonio artistico locale, attraverso le performance di artisti di primo piano.

Elisabette Salvatori in scena.
Elisabette Salvatori in scena.

Per una visione completa del programma e del calendario, nonché delle relative informazioni pratiche, rimandiamo al sito www.crucifixus.com. Solo qualche accenno, per dare l'idea della ricchezza del festival. La nuova edizione verrà ianugurata sabato 24 marzo con un progetto di teatro sacro di comunità: la comunità di Zone metterà in scena nel proprio Comune La passione delle donne. Lo sguardo femminile tornerà in Interrogatorio a Maria, un oratorio sacro di Milvia Marigliano; in Madre, racconto della Passione di Cristo dal punto di vista di Maria, impersonata da Enrica Chiurazzi; in Piantate in terra come faggio o una croce, uno spettacolo attraverso il quale Elisabetta Salvatori condurrò alla scoperta della vita di Santa Caterina da Siena e Beatrice di Pian degli Ontani.

Marco Baliani terrà il suo monolgo Ama il prossimo tuo il 29 marzo a Pisogne. Una produzione del 2012 è Cuore a mille del Gruppo Donati, nato dall'incontro con i familiari delle vittime della strada. Nel Silenzio di Dio, Silvio Castiglioni è interprete di un dittico composto da Casa d'altri e Domani ti farò bruciare su due figure tragiche: una vecchia che vorrebbe togliersi la vita e un demone che vorrebbe incarnarsi. Tratto caratteristico di "Crucifixus" è il teatro di comunità. Ecco allora, sabato 31 marzo, Campo di sangue, il racconto di tre comunità che, superando invidie e discordie, hanno saputo unire le forze per costruire qualcosa di bello e utile per tutti. Protagoniste le comunità di Solto Collina, Riva di Solto e Fonteno, conm centinaia di comparse in scena.

DOVE & QUANDO

"Crucifixus", dal 24 marzo al 21 aprile, in venti Comuni della Valle Camonica. Info: Festival Valcamonica tel. 0364/53.89.95, Festival Brescia tel. 030/37.58.038. Sito: www.crucifixus.com


 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo