logo san paolo
venerdì 28 gennaio 2022
 
 

Traghetti più cari per la Sardegna

24/02/2011  L’aumento dei prezzi è stato segnalato all’Antitrust

Non siamo ancora usciti dall’inverno, ma è già ora di prenotare le vacanze estive. Se giocare d’anticipo porta a fare buoni affari grazie a biglietti low cost e a una più ampia scelta, spesso risparmiare risulta impossibile. Secondo quanto segnalato da Altroconsumo e dall’Antitrust, infatti, nella stagione estiva 2011 i prezzi dei traghetti segnano un aumento medio del 66%. Non si parla di traghetti qualunque, ma di quelli da e per la Sardegna, una delle mete preferite nei mesi di luglio e agosto. Rispetto allo scorso anno – segnala Altroconsumo – sembrano inesistenti le promozioni estive e i consumatori si sono trovati di fronte tariffe allineate verso l’alto per le prenotazioni. L’allarme è scattato dopo alcune segnalazioni ed è stato subito confermato dalla comparazione dei prezzi tra 2010 e 2011 per alcune compagnie: Grandi Navi veloci, Moby Lines, Sardinia Ferries propongono prezzi più che raddoppiati e un aumento medio del 66%. Addio anche alle promozioni come “auto a 1 euro”. È stato quindi richiesto l’intervento all’Autorità garante della concorrenza e del mercato.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo