Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
mercoledì 12 giugno 2024
 
Anniversario
 

Tre anni di Covid

18/03/2023  Nella giornata in cui si ricordano le vittime della pandemia il Capo dello Stato invita a non abbassare la guardia. In Italia morte 188.750 persone a cuasa del virus

«Il 18 marzo 2020 rimane nella memoria come uno dei momenti più drammatici della storia della Repubblica». Sergio Mattarella ricorda le vittime della pandemia a tre anni da quella notte in cui i camion dell'esercito portarono fuori dalla città di Bergamo ottanta bare, perché non c'era più posto. «Morivano anche duecento persone al giorno», ricorda il sindaco Giorgio Gori. E mentre le campane del capoluogo lombardo, tra i più colpiti dal virus, suonano, il primo cittadino ricorda l’impegno del personale medico e infermieristico, delle forze dell'ordine e dell’esercito e plaude alla campagna vaccinale che ci sta portando fuori dall’incubo. «L'Italia ha pagato un prezzo molto alto e il cammino per superare del tutto le conseguenze negative, dal punto di vista sanitario, sociale ed economico, della crisi pandemica non è ancora finito. La strada», ha detto dal canto suo la premier Giorgia Meloni, «è però tracciata e l'Italia, ne siamo certi, sarà in grado vincere anche questa sfida».

In tre anni, in Italia sono morte 188.750 persone, nel mondo, secondo l’Oms, sono decedute, a causa del Covid, quasi sette milioni di persone.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo