Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 20 maggio 2024
 
ecologia dello spirito
 

Tre regioni unite dal Santo, nasce il "cammino della fede di san Pio"

16/06/2022  Campania, Molise, Puglia: i rappresentanti delle amministrazioni comunali dei luoghi in qualche modo legati alle vicende umane e spirituali del frate hanno sottoscritto una convenzione per condividere nuove modalità di integrazione organizzativa, al fine di assicurare la gestione in sicurezza dei percorsi e favorirne la promozione e la valorizzazione. Si perfeziona così un'idea nata tre anni fa

Sopra e in alto: alcuni momenti della firma della convenzione che perfeziona "il cammino della fede di san Pio". Foto di Luciano Regolo.
Sopra e in alto: alcuni momenti della firma della convenzione che perfeziona "il cammino della fede di san Pio". Foto di Luciano Regolo.

Oggi pomeriggio, presso l’auditorium “Maria Pyle”, si è svolto un incontro dei sindaci dei Comuni nei quali Padre Pio, nel corso della sua esistenza terrena, ha dimorato o ha vissuto esperienze significative. Accompagnati dai guardiani dei rispettivi Conventi, i rappresentanti delle Amministrazioni civiche di Campobasso, Gesualdo (in provincia di Avellino), San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, San Marco la Catola, Serracapriola (tutti in provincia di Foggia) e Sant’Elia a Pianisi (in provincia di Campobasso), hanno sottoscritto una convenzione per  condividere nuove modalità di integrazione organizzativa, al fine di assicurare la gestione in sicurezza dei percorsi e favorire le diverse forme di promozione e valorizzazione dei cammini storici o dei pellegrinaggi, lungo la via che ha portato l’umile Frate di Pietrelcina a raggiungere la santità e a divenire uno degli intercessori più invocati. Erano presenti anche i rappresentanti delle Regioni Puglia e Molise.

Si concretizza, così, un progetto ideato «circa tre anni fa», bloccatosi per la pandemia, di cui si è «ricominciato a parlare l’anno scorso», ha spiegato Renato Di Gregorio, responsabile della Segreteria dell’Associazione dei Comuni Foggiani, promotrice dell’iniziativa, aggiungendo che altri comuni, come quello di Benevento, «hanno già deliberato l’adesione o la delibereranno nei prossimi giorni». L’obiettivo, ha precisato il sindaco di San Giovanni Rotondo, Michele Crisetti, è essere pronti nella «prospettiva del 2025, anno del Giubileo», auspicando nel contempo che essa possa «essere destinata a durare nel tempo». L’iniziativa ha ricevuto il pieno sostegno dei Frati Minori Cappuccini della Provincia religiosa di Sant’Angelo e Padre Pio. Nel suo breve saluto, fr. Francesco Dileo, rettore del Santuario e vicario provinciale, ha infatti affermato: «Siamo persuasi anche noi che questo atto sia importante per fare rete e camminare verso obiettivi comuni e mi auguro che si possa procedere spediti nella realizzazione di questo progetto».

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo