logo san paolo
martedì 30 novembre 2021
 
 

L'Emilia colpita al cuore

20/05/2012  Una scossa di terremoto di magnitudo 6 alle 4:05 avvertita in tutto il Nordest. Muoiono quattro persone, un'altra persona è dispersa.

Crolli in Emilia (Ansa).
Crolli in Emilia (Ansa).

Una scossa di terremoto di magnitudo 6 fa  scuote l'Emilia. Quattro morti, oltre 200 interventi richiesti ai centralini del 118 tra Modena e Ferrara, e un disperso. Tre operai sono rimasti schiacciati nel crollo dei capannoni di Ponte Rodoni di Bondeno e di Sant'Agostino (Ferrara) e una donna tedesca di 37 anni, è morta di infarto, forse per lo spavento, a Sant'Alberto di San Pietro in Casale (Bologna). Una quinta persona, un operaio, risulta invece dispersa nel crollo del tetto della fonderia Tecopress di Dosso, frazione di Sant'Agostino.


La scossa è stata registrata dall'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 4.04, seguita da due scosse meno intense: una di 3.3 alle 5.35 e un'altra di 2.9 alle 5.44. L'epicentro nella pianura padana emiliana, una decina di chilometri di profondità, 36 chilometri a nord da Bologna, dove la gente si è riversata in strada senza gravi danni. Più colpite le province di Modena e Ferrara, dove si registrano numerosi crolli a chiese ed edifici storici. 

Evacuati i 35 pazienti dell'ospedale di Finale Emilia, tra loro nessuno appare in condizioni critiche. La maggior parte è stata trasportata all'ospedale Baggiovara di Modena. Si attendono verifiche per decidere altri interventi. 


 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo