logo san paolo
mercoledì 08 luglio 2020
 
 

Tripoli, una notte con i ribelli

31/08/2011  FamigliaCristiana.it ha trascorso la notte in uno dei compund abitati dagli insorti nella capitale libica. Ragazzi tra i 20 e 30 anni, tra kalashnikov e bossoli di artiglieria.

Un belle festeggia dopo aver partecipato alla presa di Tripoli da parte degli insorti.
Un belle festeggia dopo aver partecipato alla presa di Tripoli da parte degli insorti.

Il furgone varca un check-point, poi entra all'interno di un cortile dove sono acquartierati i ribelli, nel quartiere di Gurji. Vengono quasi tutti da Yefren, sulle montagne del Gebel Nafusa e hanno tra i 20 e i 30 anni. Lo scorso 21 agosto, quando sono entrati nella Capitale, si sono accampati negli uffici abbandonati di una ditta edile turca, nella zona di Ga al-Shab. Siaf Amari è seduto sul suo land rover e sta pulendo l'artiglieria da 23 millimetri. Ogni tanto spara un colpo in aria che fa tremare l'intero compound. “Ho vissuto per vent'anni in Canada – racconta – mio padre era un oppositore del regime di Gheddafi. Io sono finalmente riuscito a tornare in Libia due anni fa. Ho combattuto gli utimi quattro mesi assieme ai ribelli di Yefren. Oggi siamo davvero vicini alla libertà”.

Un giovane brucia una fotografia di Gheddafi durante la battaglia per il controllo di Abu Salim, un quartiere di Tripoli.
Un giovane brucia una fotografia di Gheddafi durante la battaglia per il controllo di Abu Salim, un quartiere di Tripoli.


Già, perché le notizie che arrivano da est sembrano incoraggianti. Alì Ammach Tuati tiene una radio appoggiata all'orecchio e all'improvviso si fa raggiante: “Il presidente del Consiglio nazionale transitorio Jalil ha appena detto che entro sabato libereranno Sirte – spiega – poi resterà l'ultimo bastione da espugnare, quello di Sebha”. Alì conosce bene quelle zone. Lui è un berbero di Ghat, nel deserto sud-occidentale libico. Prima che la guerra scoppiasse studiava Informatica a Tripoli. Oggi, con i suoi 22 anni è uno dei veterani della squadra di stanza a Ga al-Shab. “Resteremo qui finché sarà necessario – spiega – dobbiamo far valere il ruolo dei berberi nei futuri equilibri del Paese. Del resto siamo stati noi a liberare Tripoli!”

Ribelli esultano dopo la presa di Bab al-Aziziya, il compound di Muammar Gheddafi, Tripoli, lo scorso 23 agosto.
Ribelli esultano dopo la presa di Bab al-Aziziya, il compound di Muammar Gheddafi, Tripoli, lo scorso 23 agosto.


Il tramonto cala su una Tripoli silenziosa. È l'ultimo giorno di Ramadan, domani inizieranno i tre giorni dell'Aid al-Fitr, la festa di fine digiuno. Dal cancello d'ingresso entrano almeno nuna decina di auto. Sono i combattenti di ritorno dalla quotidiana perlustrazione in città. Scaricano dai veicoli pane, scodelle di zuppa e di Basin, il piatto tradizionale del Nafusa. A turno allungano le mani sui piatti, rompendo per l'ultima volta l'astensione dal cibo durata un mese. “Vedi – dice Munir Abdulmuniz, docente universitario prestato alla rivoluzione – sembra un po' una metafora del nostro Paese. Anche sulla Libia, lo sappiamo, si stanno allungando molte mani. Ma sapremo come difenderla dalle speculazioni”.

Uno scontro a fuoco tra insorti e le forze fedeli a Gheddafi nel cuore della capitale libica.
Uno scontro a fuoco tra insorti e le forze fedeli a Gheddafi nel cuore della capitale libica.


Cala il buio, i ragazzi, almeno un centinaio, ripongono i kalashnikov e prendono posto sui materassi, adagiati ovunque, tra bossoli di artiglieria e residui di cibo. “Fra due giorni doveva cadere anche l'anniversario della rivoluzione di Gheddafi – osserva Munir – da domani dobbiamo essere vigili. Potrebbero esserci degli attentati per rappresaglia”.

I vostri commenti
0
scrivi
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo
Collection precedente Collection successiva
FAMIGLIA CRISTIANA
€ 104,00 € 92,90 - 11%
CREDERE
€ 88,40 € 0,00 - 35%
MARIA CON TE
€ 52,00 € 39,90 - 23%
CUCITO CREATIVO
€ 64,90 € 43,80 - 33%
FELTRO CREATIVO
€ 23,60 € 18,00 - 24%
AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
€ 46,80 € 38,90 - 17%
IL GIORNALINO
€ 117,30 € 91,90 - 22%
BENESSERE
€ 34,80 € 29,90 - 14%
JESUS
€ 70,80 € 60,80 - 14%
GBABY
€ 34,80 € 28,80 - 17%
GBABY
€ 69,60 € 49,80 - 28%