Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
lunedì 20 maggio 2024
 
 

Tutti insieme mercoledì. Su Internet

24/04/2012  Copercom organizza cinque serate per dibattere di minori. Il target: parrocchie, associazioni, gruppi

L'appuntamento, e non poteva essere altrimenti dato l'argomento, l'hanno dato direttamente on line: è maturata in questo modo la proposta a parrocchie, associazioni e gruppi lanciata da Copercom, il Coordinamento delle associazioni per la comunicazione, attraverso lo staff del "Laboratorio animatori cultura e comunicazione": un maggio "digitale"che si compone di cinque incontri fissati ogni mercoledì sera alle ore 21.00, della durata di 45 minuti, in diretta dalla home page del sito www.copercom.it


Le 29 sigle associative che compongono il Coordinamento «si ritrovano in un comune impegno formativo e in una particolare attenzione alle problematiche educative suscitate dalla diffusione e dall'uso di strumenti della comunicazione sociale». La forza di questo ciclo di serate risiede nella partecipazione che uno strumento come Internet in qualche modo "regala": gli spettatori possono intervenire in qualsiasi momento dei dibattiti in programma attraverso la chat sempre in funzione.

Il primo appuntamento è fissasto per il 2 maggio quando il professor Franco Mugerli, presidente del Comitato media e minori, e Domenico Delle Foglie, presidente del Copercom, proveranno a interrogarsi proponendo spunti di riflessione sul tema "Media e minori: quale tutela per quali diritti?". Nelle settimane successive, via via, si parlerà di prevenzione dei rischi con don Fortunato Di Noto, di valorizzazione delle esperienze positive che il Web offre, di "cittadini digitali" con Elisa Manna del Censis. L'ultimo incontro proverà invece a dare più risposte a un interrogativo su cui è bene concentrare più attenzioi di quelle che finora sono state dedicate: cosa cambia, nel panorama media-minori, rispetto all'educazione alla fede? La difficile risposta a don Giacomo Ruggeri, esperto di catechesi e media, che commenterà i dati di una ricerca Weca incentrata proprio su questo argomento.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo