logo san paolo
domenica 26 giugno 2022
 
 

Quei brindisi che ridonano il sorriso

05/06/2012  Un'asta di beneficenza a favore della Fondazione Operation Smile Italia onlus è anche l'occasione per riportare l'attenzione su una delle eccellenze del made in Italy

Certi brindisi fan del bene più di altri. Nel 2011, ad esempio, grazie ai fondi raccolti durante la VII edizione dell'asta di beneficenza di vini italiani la Fondazione Operation Smile Italia onlus è riuscita a realizzare 164 missioni mediche facendo in modo che oltre 18 mila bambini ritrovassero il sorriso.

E per questo, confidando in un successo ancora maggiore, il 7 giugno 2012 il glorioso circolo della Canottieri Aniene di Roma ospita la nuova rassegna, l'ottava appunto. Ancora più ricca di ospiti, novità, sorprese e, ovviamente, etichette rigorosamente targate made in Italy. Ma il carattere da galà che accompagna la serata non deve ingannare: la finalità è chiara e non soggetta a fraintendimenti. L'obiettivo unico è permettere a tutti quei medici, infermieri e operatori sanitari che ogni anno dedicano volontariamente tempo e competenze in oltre 60 Paesi del mondo di intervenire per correggere, tramite interventi di chirurgia plastica ricostruttiva, quelle gravi malformazioni facciali come labbro leporino o palato schisi che sono la conseguenza di ustioni e traumi. L'edizione 2012 avrà come destinatari "privilegiati" i bambini di Kenya, Ghana e Giordania, là dove le emergenze sono più gravi.


Questa è anche l'occasione ideale per presentare al pubblico il nuovo volto scelto dall'associazione come testimonial. Si tratta di Michela Cerruti giovane pilota di Formula 3 e Gran Turismo: «Ho conosciuto Operation Smile – racconta Michela – guardando un reportage televisivo dedicato a una missione organizzata dalla Fondazione. Grazie alle cure di un gruppo di chirurghi volontari, più di cento bambini sono tornati a sorridere. Dopo avere visto la gioia nei loro occhi, la felicità sui volti dei loro genitori e aver constatato la straordinaria efficacia degli interventi, mi sono detta che dovevo contribuire anch’io a questo grande progetto. Ho quindi contattato Operation Smile e con immensa gioia e fiducia ho donato loro una parte del mio budget sportivo».

«In seguito», prosegue Michela Cerruti, «al fine di aiutare a finanziare la missione successiva, ho anche attivato iniziative di fund raising legate al mondo dell’automobilismo: la missione si terrà in Giordania e sono onorata di farne parte. Ringrazio di cuore il Presidente Santo Versace della grande opportunità che mi hanno dato: contribuire nel mio piccolo a riportare il sorriso sul volto di questi bambini, dolcissimi ma purtroppo molto sfortunati. Grazie alla generosità di Operation Smile e alla professionalità e bravura dei suoi medici e infermieri, nel breve tempo in cui io corro una gara so che un bambino può già tornare a sorridere. Questa è senza dubbio la vittoria più bella della mia carriera».


All'asta verranno battuti alcuni dei pezzi più pregiati delle migliori cantine italiane a cui, in alcuni casi, verranno abbinate le maglie autografate di alcuni campioni dello sport del calibro dei tennisti Roger Federer e Rafa Nadal, della fiorettista Valentina Vezzali, del cestista Luigi Datome, della pallavolista Simona Gioli e del rugbista Mirco Bergamasco


 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo