Contribuisci a mantenere questo sito gratuito

Riusciamo a fornire informazione gratuita grazie alla pubblicità erogata dai nostri partner.
Accettando i consensi richiesti permetti ad i nostri partner di creare un'esperienza personalizzata ed offrirti un miglior servizio.
Avrai comunque la possibilità di revocare il consenso in qualunque momento.

Selezionando 'Accetta tutto', vedrai più spesso annunci su argomenti che ti interessano.
Selezionando 'Accetta solo cookie necessari', vedrai annunci generici non necessariamente attinenti ai tuoi interessi.

logo san paolo
sabato 18 maggio 2024
 
giornata internazionale della famiglia
 

Una mostra per i 50 del Cisf. Al centro, le relazioni, l'affetto e la cura

15/05/2024  Apre il 15 maggio all'Ambosianeum a Milano la mostra per i 50 anni del Centro internazionale studi sulla famiglia "We, Home". Negli scatti dieci famiglie, di tutta Italia, raccontano la bellezza delle relazioni e dei gesti della cura

Nei suoi primi cinquant’anni di attività, ricerche e convegni internazionali, il Centro Internazionale Studi Famiglia - centro di ricerca del Gruppo Editoriale San Paolo - ha assistito all’evoluzione della famiglia e ha partecipato al dibattito pubblico sulle politiche familiari. Questa specifica attività, così mirata nella missione e negli obiettivi, ha permesso al CISF di diventare un autorevole osservatore e attento interprete di cambiamenti, alla luce di una visione antropologica che vede la famiglia come il luogo in cui la persona sperimenta la relazione, la differenza e l’intergenerazionalità.

In occasione del suo cinquantesimo anniversario il CISF ha indicato come centrale il tema di ricerca dedicato alla dimensione dell’abitare delle famiglie Abitare la casa, la città, il Creato, un macroargomento che rappresenta una sfida ambiziosa attraverso cui leggere il tempo che stiamo vivendo, secondo uno sguardo sia prospettico, sia intergenerazionale.

Prende, così, il via il 15 maggio, in occasione della Giornata Internazionale della Famiglia, la mostra WE, HOME, un progetto cultura guidato dal sociologo Francesco Belletti, in collaborazione con Famiglia Cristiana e Gruppo San Paolo, con il contributo di BCC Milano: un lungo viaggio attraverso 50 foto di 10 famiglie italiane colte in attimi del quotidiano (ritratte dai fotografi Roberto Morelli e Simone Durante), che celebra la bellezza delle relazioni familiari e nei gesti della cura. Il percorso visivo è accompagnato dalle didascalie podcast realizzate da Officina del Podcast, a cura di Francesca Mineo.

Gli scatti di We, Home, potranno essere ammirati presso la Fondazione Ambrosianeum, dal 15 al 31 maggio, periodo che vedrà alternarsi alcuni momenti di approfondimento legati a più tematiche: il 21 Maggio, alle 18, il convegno La famiglia abita la casa, la città, il Creato, in cui interverranno rappresentanti della Pastorale Familiare, sia diocesana che nazionale, per approfondire il tema dell’accompagnamento delle famiglie nella loro progettualità e sfide quotidiane. Il 28 maggio, alle 18, si terrà il convegno Città a misura di famiglia, per mettere a fuoco la dimensione urbanistica e la dimensione politico-istituzionale dell’amministrazione delle città, in relazione al benessere delle famiglie.

L’iniziativa ha visto il supporto di tutto il Gruppo Editoriale San Paolo: in particolare nel numero attualmente in edicola, Famiglia Cristiana racconta la storia della famiglia Serenthà (in copertina), una delle dieci famiglie protagoniste, che vede tre generazioni vivere sotto lo stesso tetto: nonna, genitori e figli. Di origini brianzole, per loro cura e legami fanno bene al cuore, e più che trasmettere i valori bisogna viverli e camminare insieme: «Da qualche anno la nonna (Luisella 83 anni) vive in un appartamento contiguo alla nostra casa e da allora i momenti condivisi sono sempre di più», racconta la figlia Maria. Condividere la casa con tante persone, aggiunge «è un modo per guardare alcuni temi e dinamiche sociali sotto una stessa luce».

Sempre nel numero in edicola, Credere intervista Francesco Belletti, Direttore del Cisf. Nella lunga conversazione il sociologo conferma che «La famiglia è cambiata ma resta un valore aggiunto nella società perché le persone vi costruiscono progetti di felicità, per questo va sostenuta». Per Belletti «l’idea che il Centro porta avanti da sempre è che la famiglia è un bene per la collettività (...) Sul piano politico, un po’ tutti oggi concordano che occorre sostenere la famiglia con politiche attive e, infatti, l’assegno unico e il Family Act sono stati approvati dl parlamento senza obbiezioni. È il punto fermo da cui partire».

La mostra sarà pronta a viaggiare e a essere ospitata in parrocchie, centri culturali e istituzioni, ovunque si voglia fare un percorso dedicato al tema delle relazioni familiari. (per richieste e info: cisf@stpauls.it).

In copertina la famiglia Serenthà, crediti Roberto Morelli

Multimedia
We Home, dove le famiglie sono protagoniste
Correlati
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo