logo san paolo
lunedì 06 dicembre 2021
 
 

Usa, bimbi come astronauti

22/12/2011  La Nasa, l'Agenzia spaziale americana, insegna ai ragazzi come diventare fisicamente e mentalmente attivi divertendosi. E come rimanere in perfetta forma fisica tutta la vita.

I bambini devono imparare a condurre una vita sana e per convincerli a fare le scelte giuste la NASA ha messo a punto il programma “Addestrati come astronauti” (http://go.nasa.gov/spacefit), in cui spiega a insegnati e allievi come diventare fisicamente e mentalmente attivi divertendosi. Ispirato dall’iniziativa varata da Michelle Obama “Muoviamoci”, il programma usa l’entusiasmo per l’esplorazione spaziale e l’addestramento degli astronauti per dimostrare agli insegnanti che non è difficile educare gli allievi ad ottenere una perfetta forma fisica esercitando il corpo e adottando una nutrizione corretta.

Le attività fisiche consigliate nel programma sono state messe a punto dagli esperti di benessere fisico che seguono gli astronauti. L’ età cui mira il programma è dagli 8 ai 12 anni, ma tutti possono cimentarsi. Per illustrare l'iniziativa, gli astronauti Dottie Metcalf-Lindenburger e Kjell Lindgren spiegano l’importanza dell’agilità, mentre l’allenatore Yamil Garcia insegna come organizzare il campo per il corso. In pratica, si tratta di disporre dei coni di plastica (quelli usati per dirottare il traffico quando ci sono lavori in corso) tracciando un percorso a zig zag.

I ragazzi osservano la "piramide dei cibi" della Nasa.
I ragazzi osservano la "piramide dei cibi" della Nasa.


Al momento del via il bambino deve essere in posizione prona e scattare come una molla correndo fra i coni senza farli cadere. A fine corsa si riposa un minuto poi ripete il percorso parecchie volte, mentre l’ insegnate monitorizza i tempi. Più si corre, questo è il concetto di Yamil Garcia, più si migliorano i tempi e più si diventa agili. Per quel che riguarda il cibo, la dietologa della Nasa Nubia Carnival spiega a ragazzi e insegnanti come gli astronauti nella Stazione Spaziale Internazionale hanno bisogno di consumare cibi bilanciati, per ricavare energia e salute necessarie per rimanere a lavorare nello spazio.

Per ottenere l’energia giusta è necessario iniziare calcolando tutte le calorie che si consumano, capire dove si sbaglia consultando le tabelle, e fare poi un piano pasti di 5 giorni usando la piramide dei cibi della NASA. “Uno dei nostri obiettivi – spiega il manager del programma Human Research della Nasa, Charles Lloyd – è interessare i bambini all’ingegneria e allo studio delle scienze, affinché possano continuare per l’intero 21° secolo l’esplorazione spaziale. Siamo convinti che sia necessario iniziare dalle scuole elementari, perché il programma per insegnare loro ad essere in perfetta forma fisica li accompagnerà per tutta la vita”.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo