logo san paolo
venerdì 28 gennaio 2022
 
 

Vincere lo stress da auricolare

17/05/2011  Progettate delle speciali cuffie che limiterebbero gli effetti negativi dei tradizionali dispositivi migliorando la qualità audio

La chiamano "listener fatigue" e indica l'affaticamento di cui sono vittime i timpani dopo aver ascoltato troppo a lungo la musica attraverso gli auricolari. Per limitare questo fenomeno si sono messi al lavoro gli ingegneri della Asiustechnology, azienda americana di Longmont, che dopo varie sperimentazioni hanno presentato una nuova tipologia di cuffiette studiate per azzerare le sollecitazioni sonore che disturbano i timpani. Come? Introducendo un semplice palloncino. Secondo lo studio, infatti, nello spazio chiuso tra cuffia e timpano, le onde sonore provocano una pressione oscillante sui muscoli alla base del riflesso acustico. Il problema è che l'effetto finale di questo mal funzionamento è una percezione affievolita del suono che, a sua volta, induce ad aumentare il volume della musica. Il palloncino adottato dagli ingegneri aiuta a limitare l'impatto delle onde sonore dirette al timpano: nel dettaglio, una piccola pompa utilizza la pressione prodotta dalle onde per gonfiare una membrana protettiva dentro l'orecchio. In questo modo, non solo si ridurrebbero sensibilmente gli effetti della listener fatigue, ma anche la qualità audio del suono risulterebbe più nitida. L'idea è piaciuta così tanto che la National Science Foundation ha deciso di finanziare il progetto.

Per saperne di più asiustechnologies.com

Tag:
 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo