logo san paolo
sabato 04 dicembre 2021
 
Il teologo
 

Vivere l'adorazione davanti al Santissimo Sacramento

23/07/2020 

EUGENIO C. - Durante l’adorazione davanti al sacramento eucaristico è generalmente previsto il silenzio. È possibile aiutare la preghiera individuale con momenti di preghiera comunitaria come i Vespri e il Rosario?

«Con l’adorazione dinanzi a Cristo Signore presente nel SS. Sacramento i fedeli prolungano l’intima unione effettuata con lui nella Comunione e rinnovano quell’alleanza che li spinge a esprimere nella vita ciò che nella celebrazione dell’Eucaristia hanno ricevuto con la fede e il sacramento» (Culto eucaristico, 89). Questo culto nasce dalla Messa e alla Messa deve condurre (cfr. ivi n. 2). Se l’adorazione individuale davanti al tabernacolo è silenziosa, durante la solenne e pubblica esposizione del pane consacrato, non solo è possibile, ma è previsto che per alimentare il silenzio e «favorire l’intimità della preghiera, si predispongano letture della Sacra Scrittura con omelia o brevi esortazioni... e si può anche celebrare qualche parte della Liturgia delle Ore» (ivi, nn. 112-113). Sebbene il Rosario abbia un orientamento principalmente mariano, non è escluso dalla preghiera davanti al sacramento eucaristico, ma in questo particolare contesto sembra più consono alla preghiera individuale che non a quella comunitaria.

 
 
Pubblicità
Edicola San Paolo