logo san paolo
sabato 26 settembre 2020
 
Ritratti
 

Yoox, quell'azienda senza amore

03/06/2015  Federico Marchetti, fondatore di Yoox, azienda di successo nella vendita online di abbigliamento e moda, non è amato dai propri dipendenti. Lo ammette candidamente. E aggiunge con freddezza: «Non importa, ho bisogno di risultati, non di amore». Ma forse dimentica o non ha mai imparato la lezione di imprenditori come Adriano Olivetti e soprattutto Michele Ferrero.

Era prevedibile che qualche lettore di giornali italiani, con buona memoria di alcune storiche aziende diventate celebri non solo per i profitti ma anche per l'attenzione ai dipendenti, saltasse fuori per rispondere per le rime a Federico Marchetti. Federico Marchetti chi? Sì, quel giovane imprenditore italiano, 45 anni, laureato alla Bocconi, con un master alla Columbia University, che nel 2000 ha fondato Yoox (www.yoox.com/it/), un'azienda che si occupa di e-commerce nel settore dell'abbigliamento e della moda. Bene: il nostro Marchetti, parlando con un cronista del Financial Times sul lago di Como, prima ha candidamente ammesso che i componenti del suo staff non lo amano per nulla. L'ha ripetuto due volte: non mi amano (e forse è una cosa reciproca). E poi ha scolpito sulle rive del lago di Como la sua filosofia aziendale: «Ma non importa se non mi amano: io non ho bisogno di amore, ho bisogno di risultati».  

A parte l'affermazione velata di un certo cinismo, che fa capire immediatamente perché i suoi dipendenti non lo amino, qualcuno leggendo questo luminoso esempio di distensione e condivisione con le cosiddette "risorse umane", ha subito commentato: «Ognuno ha il proprio stile: Michele Ferrero ed Adriano Olivetti hanno fondato aziende di livello mondiale coniugando profitto e attenzione alle persone». Uno, Adriano Olivetti, ha insegnato a tutto il mondo il concetto di imprenditoria sociale, che non era paternalismo, ma una visione lungimirante di un'azienda capace di rendere protagonisti i dipendenti dando loro un motivo d'orgoglio per lavorare in Olivetti. E chissà se i dipendenti di Yoox, dopo avere letto le scultoree affermazioni del loro fondatore, padre e padrone («C'è solo un capo. E sono io», ha detto  il Marchetti a proposito del posto di executive chairman della neonata fusione tra Yoox e Net-a-Porter Group) avvertiranno ancora quel sentimento di attaccamento aziendale e di identificazione con il brand, con quell'orgogio di essere parte di un'impresa, che è alla base di tanti risultati economici. 

Ma soprattutto, crediamo che il buon Marchetti dovrebbe fare un salto in quel di Alba, dove Michele Ferrero (che ha raggiunto sinora qualche risultato più di lui) ha lasciato un ricordo incancellabile di come si può essere imprenditori abili, capaci di risultati operativi stellari, senza farsi odiare. Anzi! Tra le colline di Langa il Marchetti scoprirebbe un'azienda familiare, oggi capitanata da Giovanni Ferrero, classe 1964, quindi appena qualche anno più vecchio di lui, che anche senza ostentare che "c'è un solo capo, e quello sono io", è erede di un modo di fare azienda totalmente diverso dalla Yoox: radicamento nel territorio, radicamento a chi lavora sul territorio, radicamento alle tante generazioni di dipendenti che hanno lavorato e lavorano in Ferrero. E magari il buon Marchetti imparerebbe come si fanno i risultati essendo "amati" dal proprio staff. O forse basterebbe ricordargli che cosa disse una volta Steve Jobs (che anche lui proprio santarello non era): «Il capitale più straordinario di un'azienda non sono gli asset, ma l'entusiasmo di chi ci lavora e di chi acquista i prodotti».

Beh, vista dalla parte dei clienti, c'è da dire che si dovessero sentire urtati dall'affermazione di un capitano di azienda (un capitano, c'è solo un capitano), il quale afferma che non ha bisogno di amore ma solo di risutati, allora per comprare online scarpe, vestiti, pataloni e borse potrebbero magari provare con Zalando (www.zalando.it). E' sempre un sito di e-commerce per abbigliamento. Ma forse ha un volto più umano. 

I vostri commenti
26
scrivi

Stai visualizzando  dei 26 commenti

    Vedi altri 20 commenti
    Policy sulla pubblicazione dei commenti
    I commenti del sito di Famiglia Cristiana sono premoderati. E non saranno pubblicati qualora:

    • - contengano contenuti ingiuriosi, calunniosi, pornografici verso le persone di cui si parla
    • - siano discriminatori o incitino alla violenza in termini razziali, di genere, di religione, di disabilità
    • - contengano offese all’autore di un articolo o alla testata in generale
    • - la firma sia palesemente una appropriazione di identità altrui (personaggi famosi o di Chiesa)
    • - quando sia offensivo o irrispettoso di un altro lettore o di un suo commento

    Ogni commento lascia la responsabilità individuale in capo a chi lo ha esteso. L’editore si riserva il diritto di cancellare i messaggi che, anche in seguito a una prima pubblicazione, appaiano  - a suo insindacabile giudizio - inaccettabili per la linea editoriale del sito o lesivi della dignità delle persone.
     
     
    Pubblicità
    Edicola San Paolo
    Collection precedente Collection successiva
    FAMIGLIA CRISTIANA
    € 104,00 € 0,00 - 11%
    CREDERE
    € 88,40 € 0,00 - 35%
    MARIA CON TE
    € 52,00 € 39,90 - 23%
    CUCITO CREATIVO
    € 64,90 € 43,80 - 33%
    FELTRO CREATIVO
    € 23,60 € 18,00 - 24%
    AMEN, LA PAROLA CHE SALVA
    € 46,80 € 38,90 - 17%
    IL GIORNALINO
    € 117,30 € 91,90 - 22%
    BENESSERE
    € 34,80 € 29,90 - 14%
    JESUS
    € 70,80 € 60,80 - 14%
    GBABY
    € 34,80 € 28,80 - 17%
    GBABY
    € 69,60 € 49,80 - 28%