logo san paolo
mercoledì 28 febbraio 2024
 
Tipi mondiali Aggiornamenti rss Elisa Chiari
Giornalista

Il sogno infranto di Neymar

Neymar, l'angelo del Brasile fin qui, è caduto in volo molto più rovinosamente di come sembrava. La notizia è brutta. Non di costola incrinata si parla come sembrava al primo momento, ma di frattura alla terza vertebra lombare. Finisce il mondiale, ma non solo quello saranno anche 4-6 settimane di stop. E poi un recupero faticoso.

E di lì la fatica di rimettere insieme i cocci di un sogno oltreché delle ossa. Se il Brasile vincerà sarà comunque un mondiale molto neymariano, perché senza di lui i verdeoro avrebbero salutato al primo turno, ma sarà un mondiale amarissimo, perché il migliore non merita di uscire con le ali spezzate, colpito alle spalle malamente così. 

Non è una bella notizia neppure per il Brasile che dovrà andare a giocarsi la posta più alta senza il più affidabile dei suoi uomini: il suo uomo squadra in senso più proprio che metaforico. Ed è più questione di numeri che di immagine. Un vero peccato per il mondiale tutto che non sarà più come prima.  


05 luglio 2014

  • %A
 
Edicola San Paolo